Patata di Bologna

Il tubero della patata di Bologna deve appartenere alla varietà Primura e deve essere identificabile per aspetto fisico, componente chimica e organolettica dai seguenti parametri:

tuberi di forma prevalentemente ovale allungata regolare con presenza di gemme (occhi) superficiali e
poco pronunciati; buccia liscia integra e priva di difetti esterni che alterino le sue caratteristiche.

La Primura, simbolo della patata di Bologna, grazie alle sue caratteristiche di buon aspetto sul piatto, contenuto medio di sostanza secca (19-20 %), buona consistenza della polpa, gusto tipico ma non
troppo pronunciato, e buona conservabilità, ottenuti grazie alla produzione nei terreni vocati e mantenuti inalterati nel tempo, rappresenta ancora oggi la patata che soddisfa i requisiti del mercato.
Patata di Bologna