“Pasta, tartufo e 2.0”. Ad Alba

Va in scena il Convegno dedicato alla comunicazione del cibo nell'era del web

Blogger, ricercatori, esperti di web marketing e opinion leader si incontreranno venerdì 21 ottobre nella capitale mondiale del tartufo per discutere sull’influenza del web nel mondo dell’enogastronomia.
L’incontro sarà anche l’occasione per esplorare il connubio tra pasta secca e tartufo, tema centrale di questa edizione della Fiera. Nel corso dell’evento verranno premiate le 3 ricette a base di questo nuovo abbinamento realizzate dai principali blogger di cucina, protagonisti di un inedita “sfida gastronomica”

Sono i nuovi interpreti delle tendenze culinarie, punti di riferimento per tanti amanti del buon mangiare e del buon bere. Attraverso consigli, articoli, recensioni e ricette si confrontano ogni giorno con migliaia di utenti. Sono i food blogger. Una realtà in continua crescita, tanto che oggi sono circa 2.000 in Italia. La passione per il cibo infatti oggi si muove sempre più su internet, come dimostra una recente ricerca Nielsen: oltre due milioni di persone vanno su internet proprio per cercare o proporre una ricetta. Del resto basta digitare su google la parola “ricetta” o “ricette” per accorgersi che ognuna conta intorno ai 30 milioni di ricorrenze, complessivamente circa 60 milioni.
Una voce che pesa più di “San Pietro” (40 milioni e mezzo), 9 volte più del “Colosseo” e circa il doppio di “Napolitano”, il Presidente della Repubblica. E molte parole nel mondo del cibo hanno delle ricorrenze molto alte: pensiamo alla parola “pasta” con quasi 28 milioni, “pizza” con oltre 36 milioni e “vino” con 42 milioni di risultati, solo tra le pagine in italiano.
E proprio per questo è ai food blogger che si rivolge l’attenzione del Centro Nazionale Studi Tartufo di Alba, associazione che si occupa di tutta la filiera del mondo del tartufo. L’appuntamento è il prossimo 21 ottobre ad Alba (presso il PalaMiroglio) con il convegno “Pasta, tartufo e 2.0: la comunicazione Enogastronomica al tempi dei Food Blog”. Ecco allora che il prezioso fungo, il Tuber Magnatum Pico, amato e apprezzato fin da tempi antichissimi, legato al mondo del mito e alla tradizione contadina, sbarca sul web, con un convegno dedicato e la premiazione di un concorso che ha visto cimentarsi i principali blogger di cucina nella preparazione di una ricetta a base di tartufo bianco d’Alba e pasta secca.
"La comunicazione nel mondo enogastronomico – racconta Mauro Carbone, Direttore Centro Nazionale Studi Tartufo – è sempre più generata dagli utenti e le caratteristiche sensoriali del tartufo si prestano all'interpretazione di ogni appassionato: da qui l'idea di confrontarsi con il mondo della rete per comprendere al meglio meccanismi e opportunità tra il più nobile dei funghi e il più aperto dei media." Proprio per questo l’Associazione per il Centro Nazionale Studi Tartufo, in collaborazione con l’Ente Fiera Internazionale del Tartufo e il Comune di Alba, ha pensato di promuovere un contest e un incontro per raccogliere la loro opinione e le loro suggestioni.

AD ALBA IL CONVEGNO PER ESPLORARE IL FENOMENO “FOOD BLOGGER”
È sempre più usuale per gli utenti affidarsi alla piazza virtuale per scegliere dove mangiare, decidere cosa assaggiare, dove soggiornare o quale ricetta preparare e si ha sempre maggiore fiducia nel passaparola che si sviluppa in rete. I food blogger sono oggi tra le più accreditate fonti di informazione per tutti gli appassionati, veri e propri opinion leader nel mondo dell’enogastronomia. Ci sono blog dove nascono, si sviluppano e si evolvono dibattiti gastronomici la cui risonanza travalica la piazza virtuale. Una popolarità e un successo che trovano riscontro anche nella presenza di alcuni food blogger in trasmissioni televisive, in pubblicità, nell’editoria. Proprio da questa consapevolezza nasce l’idea del convegno “Pasta, tartufo e 2.0” e a raccontare le proprie esperienze ed esplorare questo fenomeno saranno proprio i blogger, insieme a ricercatori ed esperti di web marketing e comunicazione.
Tra i partecipanti all’appuntamento Federico Guerrini, esperto di Web marketing; Cristina Gena, ricercatore del dipartimento informatica del Dams di Torino e coordinatrice del Progetto WANTEAT, interessante applicazione per conoscere al meglio le materie prime che illustrerà nel corso dell’incontro; Marco Bolasco, Direttore Editoriale Slow Food Editore e blogger; Massimo Bernardi, giornalista e blogger di Dissapore, tra i principali blog italiani dedicati all’enogastronomia. A moderare l’incontro l’effervescente verve di Davide Paolini.

PASTA SECCA E TARTUFO: UN CONCORSO TRA BLOG DI CUCINA A SUON DI RICETTE
Ad arricchire il convegno un’appassionante sfida gastronomica a colpi di ingredienti e creatività. Il Centro Nazionale Studi tartufo ha infatti coinvolto i principali blog italiani di cucina in una vera e propria “gara culinaria”, con il contest “Pasta, tartufo e 2.0”. A tutti i partecipanti è stato richiesto di realizzare una ricetta a base di pasta secca e tartufo. Se è vero infatti che oggi esiste già una maniera tradizionale per accostare il tartufo bianco alla pasta all’uovo (basta pensare ai celebri “tajarin con il tartufo”), la nuova sfida, raccolta dagli organizzatori della Fiera, è stata quella di esplorare le immense potenzialità dell’abbinamento fra il tartufo bianco d’Alba e la pasta secca, quella che gli italiani mangiano tutti i giorni. Dopo le considerazioni scientifiche del Centro Studi, che ha stilato un elenco degli ingredienti che meglio si sposano con pasta secca e tartufo, e la prova degli chef, con le creazioni di Enrico Crippa, Pier Bussetti e Masayuki Kondo, non potevano mancare all’appello i food blogger.
I nomi dei vincitori del concorso saranno svelati proprio durante il convegno, quando saranno premiate le tre migliori interpretazioni del binomio pasta secca e tartufo.

Ufficio stampa Fiera del tartufo bianco di Alba
INC – Istituto Nazionale per la Comunicazione
Valentina Lorenzoni v.lorenzoni@inc-comunicazione.it
Simone Ranaldi s.ranaldi@inc comunicazione.it