''Pane, prosciutto e fantasia'' per celebrare il prosciutto di Norcia

A Preci, in provincia di Perugia, in uno dei territori più suggestivi e ricchi di attrattive del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, dal 30 giugno al 2 luglio 2006, si tiene l'evento “Pane, prosciutto e fantasia”. Viene offerto, attraverso la rassegna enogastronomica, un intero weekend con l'obiettivo di festeggiare degnamente i prodotti tipici del posto, prime fra tutti le ben note “norcinerie”, ma anche affinchè i turisti, e perchè no la popolazione locale, possano “riscoprire” antiche tradizioni fra visite ai borghi medievali, degustazioni, mostre.
La manifestazione nasce per valorizzare il prodotto “principe” del territorio, il prosciutto di Norcia I.G.P. Un clima ottimale e un duro lavoro realizzato con tecniche di lavorazione tramandate da una generazione all'altra sono gli elementi che hanno determinato la qualità di questo prosciutto stagionato, tanto da convincere l'Unione Europea a riconoscergli l'Identificazione Geografica Protetta che tutela le caratteristiche qualitative e l'antica tradizione gastronomica della “norcineria”.
Oltre cento espositori saranno a disposizione del pubblico e offriranno in degustazione il rinomato prosciutto IGP in abbinamento ai vini doc della regione e ai tanti, genuini e gustosi prodotti tipici umbri: dal formaggio al tartufo, dalle lenticchie al miele, dalle trote ai dolci…
Il ricco e dettagliato programma prevede interessanti quanto divertenti passeggiate a dorso di mulo
per procedere alla scoperta delle bellezze di Preci, in modo inconsueto, compiemdo un salto in un passato carico di suggestioni e di fascino.
In quest'ottica si inserisce la rievocazione di antichi mestieri: il fabbro, il canestraio e il sellaio danno appuntamento ai visitatori nella Piazza del Comune, mentre all’interno delle cantine si potrà assistere alla lavorazione del pane, del maiale, del formaggio. In Piazza Santa Maria saranno rievocate le antiche tecniche della macinatura, della lavorazione del grano fino alla farina: si potrà assistere alla “trita”, ossia all'estrazione del grano a opera degli asini che pestando le spighe separano i chicchi dall’involucro, e a tutte le successive procedure, la scamarola, il corvello e infine la svecciarola…
I bambini potranno “giocare” a fare il pane e a infornarlo, a fare le salsicce e la ricotta.
Domenica 2 luglio il Prosciutto di Preci "sposerà" il Sagrantino di Montefalco. Il prosciutto entrerà in cucina per un incontro-degustazione. I ristoratori di Preci presenteranno piatti a base di prosciutto in abbinamento con il celebre Sagrantino di Montefalco, in una disfida ai fornelli.
A presiedere la giuria di esperti, che decreterà il vincitore, uno dei più importanti “professionisti del gusto made in Italy” noto anche a molti come il critico gastronomico più severo d'Italia: Edoardo Raspelli
Alle ore 18.00 "Chi la fa più lunga": una gara di taglio, vincerà il più abile a tagliare la fetta di prosciutto più lunga.
In palio prosciutti e il diploma dell’Accademia del Porcello. Il tutto fra musica, balli, spettacoli e tanta animazione.