Oltre alla Bulgaria, anche la Romania entra nell’UE

Lussemburgo, 25 apr. – Romania e Bulgaria hanno sottoscritto oggi nell'abbazia di Neumunseter, a Lussemburgo, i trattati dell'Unione: ultimo passaggio per il loro ingresso nell'Ue, previsto per gennaio del 2007.
"Diamo il benvenuto ai popoli di Bulgaria e Romania, questi popoli coraggiosi, questi popoli nobili, nel cuore della nostra famiglia", ha detto Jean-Claude Juncker, primo ministro del Lussemburgo, in qualita' di presidente di turno dell'Ue.
"Il loro coraggio, la loro abilita' di portare a termine i loro propositi non hanno mai smesso di stupirci", ha aggiunto.
Ad apporre la firma ai trattati dell'Unione -alla presenza del presidente del Parlamento europeo, Josep Borrel, e del capo della Commissione europea, Jose Manuel Durao Barroso- sono stati per la Bulgaria il presidente Gueorgui Parvanov e il primo ministro Simone di Sassonia-Coburgo-Ghota; per la Romania il presidente Traian Basescu e il premier Calin Popescu-Tariceanu. Dopo di loro hanno firmato i rappresentanti dei ventincinque Paesi dell'Ue.