Ogm, su mais transgenico deciderà Consiglio dei ministri Ue

Il Consiglio dei ministri dell'Ue sarà chiamato a pronunciarsi sull'importazione in Europa del mais transgenico “Mon 863”.
Il Comitato europeo delle autorizzazione non è infatti riuscito a riunire sulla proposta, nella riunione tenutasi nei giorni scorsi a Bruxelles, né una maggioranza a favore né una contraria.
L'Italia ha votato contro.
La Commissione europea del presidente Josè Manuel Durao Barroso ribadisce la sua volontà di continuare nel processo di autorizzazione degli Ogm in Europa. Quanto all’importazione del mais della multinazionale americana Monsanto 'Mon 863', Bruxelles ha annunciato che presenterà nelle prossime settimane una proposta di decisione al Consiglio dei ministri dell'Ue. Se il Consiglio Ue non riuscirà a pronunciarsi, l'esecutivo Ue avrà l'ultima parola e potrà prendere la decisione definitiva.
L'Agenzia alimentare per la sicurezza alimentare (Efsa) ha recentemente riconfermato il proprio parere sulla varietà di mais transgenico “Mon 863” affermando "che l'immissione del prodotto sul mercato è improbabile che abbia effetti negativi sulla salute umana, animale o sull'ambiente,nel contesto in cui si intende usarlo".
Fonte: L'Espresso