Nuove importanti scoperte europee sulla sclerosi multipla

Il virus Epstein-Barr, responsabile della mononucleosi, potrebbe essere una delle cause della sclerosi multipla, secondo uno studio tedesco. Con un meccanismo di mimetismo molecolare, il sistema immunitario potrebbe essere ingannato da una proteina del virus che somiglia ad una proteina presente nella mielina.
L'organismo non riconosce piu' come propria la mielina e per difendersi comincia un attacco immunitario che danneggia il sistema nervoso. Un'ipotesi da approfondire con ulteriori studi.
Ma è del 13 gennaio 2006 l'importante comunicato che informa che ricercatori italiani hanno arrestato la progressione della sclerosi multipla nei topi mediante il sequestro dell'ormone leptina.
Per bloccare la leptina (prodotta soprattutto dalle cellule adipose) il gruppo di Giuseppe Matarese (Universita' Napoli) ha usato anticorpi specifici che la intrappolano,e i risultati sono stati eccezionali:la malattia non progredisce,si riducono le ricadute e la presenza di antigeni specifici dei linfociti T, le cellule immunitarie implicate nella malattia.

Ansanews