Numerosi i ragazzi di Scampia nella partecipazione a ''GiocoSport''

Napoli 2 giugno 2006. Si è conclusa, con un successo superiore ad ogni aspettativa, il 1° giugno in serata, nel Palazzetto dello Sport “F. Dennerlein” di Barra la manifestazione di chiusura del progetto “Giocosport a Scampia 2006”, organizzata dal Comitato Provinciale CONI di Napoli, guidato dal Presidente Amedeo Salerno, in collaborazione con l’Assessorato allo Sport della Provincia di Napoli, guidato dall’Assessore Maria Falbo.
Il progetto “Giocosport a Scampia 2006” iniziato a marzo ha visto impegnati nove istruttori delle federazioni del CONI, che hanno lavorato in collaborazione con i docenti ed i direttori didattici delle scuole primarie di Scampia, coordinati dai referenti del Coni Piero Versaci e Fogliano, per far apprendere ai ragazzi delle quarte e quinte classi delle scuole primarie di Scampia le tecniche di base della ginnastica e del basket.
Sono state, infatti, quasi mille le persone che hanno gremito il palazzetto dello Sport per applaudire i quasi quattrocento ragazzi che hanno preso parte al progetto.
“Come Provincia- dichiara l’Assessore allo Sport della Provincia di Napoli Maria Falbo- abbiamo voluto e sostenuto fortemente questo progetto del Coni perché crediamo che lo sport sia un grande strumento per dare ai ragazzi delle periferie disagiati quei valori spesso dimenticati nei territori dove abitano. Questo progetto non è che un tassello di un un mosaico complesso di iniziative che vede l’Assessorato attivo nel rilancio dello sport tra i giovani tra cui l’identificazione di nuove figure professionali nel settore sportivo e di quelle attività produttive e/o di servizi accessorie al mondo dello sport che possano creare occasioni di futuro lavoro.
La risposta delle famiglie,- continua l'Assessore Falbo – che hanno affollato il palazzetto, è il chiaro segnale del fatto che la gente risponde pienamente quando la politica appoggia iniziative come queste.”
“Questi ragazzi hanno fatto notevoli progressi in soli tre mesi di allenamenti, imparando tecniche che altri ragazzi avrebbero imparato nel doppio del tempo. – afferma Amedeo Salerno, Presidente del Comitato Provinciale CONI di Napoli – È la dimostrazione che i ragazzi di Scampia hanno grandi potenzialità, e necessitano solo di essere seguiti nelle loro attività. Noi contiamo di farlo ancora, ed abbiamo in programma di ripetere il progetto il prossimo anno, magari con l’aiuto anche del Comune di Napoli e della Regione Campania, oltre che della Provincia, che già ci è stata vicina quest’anno, ampliandolo anche alle prime medie, dando così la possibilità ai ragazzi delle quinte elementari che hanno potuto avviare l’attività quest’anno di proseguirla anche con il cambio di scuola. Inoltre è stato molto bello il momento del canto dell’inno di Mameli, che abbiamo fatto imparare ai ragazzi durante le lezioni, – prosegue Salerno –quando tutti i bambini ed i genitori si sono uniti nel canto, in un momento molto suggestivo”