Nel 2022 gli spaghetti saranno anche ai “superfood”

Arriva la classifica dei cibi più “in voga” del 2022.

A delineare i futuri trend in una Top 5 è Tuttofood (piattaforma internazionale per il settore agroalimentare, del food&beverage e del retail) con la partnership di associazioni di categoria e altre realtà del settore, analisti, e mondo accademico. La tendenza registra per i primi piatti l’ascesa degli spaghetti ai superfood, in particolare al matcha e ginseng, carboni vegetali, curcuma e zenzero o frutti rossi. Non manca, per la pasta, la proposta con la spirulina. Sul fronte vegano è invece indicato, per un condimento super salutare, il Cocado, realizzato con olio di cocco vergine bio e olio di avocado.

Nel trend alimentare è considerato poi vincente l’abbinamento frutta a guscio e superfood, nello specifico arachidi abbinate allo zenzero, considerate ottime come snack o come complemento alle ricette. Gli esperti del settore segnalano inoltre il Teff, un cereale tipico del Corno d’Africa ricco di fibra e a basso indice glicemico.

Infine, per dare un tocco aromatico alle pietanze, l’aceto di datteri Palmiro, prodotto senza alcol che grazie all’utilizzo del succo di dattero è adatto, sostengono gli addetti ai lavori, non solo ai piatti salati, ma anche ai dolci e ai cocktail.

Curiosità sugli spaghetti al matcha e ginseng (come esempio superfood)

Questo è la descrizione di questi particolari spaghetti in vendita on line:

Dal remoto oriente, terra di antica cultura medicinale, l’unione tra le due piante più comuni e preziose arrivate nell’occidente creano il mix perfetto di vitamine e antiossidanti. Dal sapore fresco e frizzante lo spaghetto con matcha e ginseng vi farà scoprire un nuovo modo di assaporare e concepire la pasta. I

Ingredienti: Semola di grano duro, polvere di matcha 1%, polvere di estratto di ginseng 0,90%, acqua. Prezzo per 500 g. 4,08 euro

Leggendo l’etichetta, visto le percentuali di questi spaghetti contenenti piante preziose e verificandone il costo viene da chiedersi se ne vale davvero la pena di alimentarsi “all’orientale”. Meditiamo signori e signore, meditiamo…