Nel 2005 per l'UE: anno europeo della cittadinanza

Il Consiglio d’Europa fa del 2005 l’anno dell’“Apprendere e vivere la democrazia”
E' questo il messaggio che il Consiglio d’Europa indirizza a 800 milioni di cittadini europei per il 2005, Anno europeo della cittadinanza attraverso l’educazione.
L’iniziativa verrà lanciata il 13 e 14 dicembre nel corso di una conferenza a Sofia (Bulgaria) ed ha come obiettivo l’avvicinamento della democrazia alle popolazioni, mostrando loro l’importanza di essere associati ai problemi della vita quotidiana, incluse le strutture convenzionali e la vita associativa.
La conferenza si terrà all’hotel Princess, Maria Louisa Boulevard, e sarà aperta lunedì 13 dicembre alle ore 9 :30, dal ministro bulgaro dell’educazione e della scienza, Igor Damianov, e la vice segretario generale del Consiglio d’Europa, Maud de Boer Buquicchio.
Questo Anno è stato ispirato da un trend che riscontrava disinteressamento tra i cittadini d’Europa, messo in evidenza dal debole tasso di partecipazione alle recenti elezioni e da una pessima opinione sulle personalità politiche e la politica in generale. Sarà un anno incentrato sui bambini, i giovani e l’educazione permanente, e utilizzerà sia l’educazione formale che quella informale come mezzi per l’insegnamento della cittadinanza.
Il Consiglio – fondato nel 1949 allo scopo di promuovere i valori democratici – coordinerà i lavori nei 46 stati membri.

Per maggiori informazioni, vedere www.coe.int/edc o www.coe.int/EYCE-conference/it