Nasce a Napoli ''Vitigno Italia''

Il primo Salone dei vini da vitigno autoctono e tradizionale italiano, nasce in Campania a Napoli presso la Mostra d'Oltremare dal 3 al 5 giugno.
Non si tratta di una semplice fiera, ma di un vero e proprio luogo di incontro tra i produttori italiani di vini da vitigni autoctoni e tradizionali, la stampa ed il trade più qualificato di tutto il mondo.
Una tre giorni di kermesse finalizzata a puntare i riflettori sul grande patrimonio enologico che l’Italia ha la fortuna di avere, grazie anche alla nostre radici geografiche, storiche e culturali che si perdono nei secoli.
L’idea principale è che entrando nella Mostra d’Oltremare il visitatore possa avere l’impressione di fare un viaggio attraverso l’Italia, un percorso ben preciso caratterizzato dalla particolare disposizione degli stand. Si può visitare il Salone decidendo se partire dai vini del nord procedendo con quelli del centro e finire con il sud o viceversa. Gli stand, infatti, sono disposti secondo una logica territoriale che viene evidenziata anche cromaticamente.
Una sorta di “spartiacque”,anzi “spartivino” è rappresentata dalle tre enoteche che si trovano al termine delle tre zone dedicate a nord, centro e sud.
Le enoteche sono a disposizione dei visitatori che, acquistando il biglietto di ingresso, hanno diritto ad un certo numero di degustazioni senza con questo intralciare il lavoro dei produttori negli stand.
La Mostra d’Oltremare è il luogo deputato anche alla realizzazione della “Officina di Vitigno Italia”.
Le sale sono dedicate a degustazioni organizzate e guidate da qualificate riviste specializzate (è il caso di Euposia) oppure da associazioni di riconosciuto valore, come Slow Food, che, in continuità con l'iniziativa "Figli di un Bacco Minore" di cui è ideatore, è presente organizzando 10 "Laboratori del Gusto" sul tema del vitigno autoctono e tradizionale, a ribadire l'attenzione da sempre data a questo argomento.
Il visitatore ha ampia scelta sulle degustazioni libere aperte al pubblico, degustazioni “a tema” sugli spumanti, sui vitigni rari, sulla viticoltura nelle isole ecc. tutte gestite dall’ AIS Campania.
Vi sono spazi interamente dedicati alle singole regioni italiane, che promuovono itinerari eno-gastronomici del proprio territorio
Gli orari differenziati
Nei giorni 3 e 4 giugno dalle 10.00 alle 14.00 per soli operatori del settore, dalle 14.00 alle 20.00 aperto alla pubblico.
5 giugno dalle 10.00 alle 20.00 operatori del settore e pubblico.

Weblink: www.vitignoitalia.it