Nasce a Felino (Parma) il Museo del Salame

Fra i Musei del cibo che la generosa terra emiliana ha da qualche tempo inaugurato, a riconoscimento del lavoro dell’uomo, della validità del territorio e del microclima esistente, il 10 ottobre 2004 apre i battenti il Museo del Salame Felino.
La sede che lo ospita, è l’omonima fortezza situata in provincia di Parma.
Il Museo segue un percorso che, suddiviso in sezioni, inizia nelle cucine e nelle dispense, passa attraverso le fasi della lavorazione e della salatura delle carni per arrivare sino alla stagionatura ed all’utilizzo gastronomico. Sono visibili gli strumenti e le attrezzature, nonché immagini dell’epoca quando queste attività erano agli inizi e gli artigiani usavano tutte le risorse che possedevano (l’ingegno in primis) per ottenere quelle che oggi sono considerate vere e proprie prelibatezze.
Il Museo del Salame, voluto e sostenuto dall’amministrazione comunale entra a far parte, come sezione staccata, dei Musei del Cibo di questa provincia che ha già istituito i Musei del Parmigiano Reggiano a Soragna, del Prosciutto crudo a Langhirano e dei quali è stato curatore, come per il Museo del salame, il professor Mario Zannoni, storico ed esperto di gastronomia locale.
In un futuro prossimo è prevista l’inaugurazione di una galleria, tutta dedicata al pomodoro, che in questa terra rappresenta una realtà economica produttiva di rilievo; sede sarà la Corte di Giarola di Collecchio.
Tutti i Musei del Cibo sono visitabili e si trovano sulla Strada del Prosciutto e dei Vini dei Colli di Parma.
Per saperne di più:
Comune di Felino, Piazza Miodini 1, 43035 Felino (Pr)
Tel. 0521.335920 oppure Parma Turismi, tel. 0521.228152.

www.comune.felino.pr.it info@museodelsalamefelino.org

Per saperne di più: Comune di Felino tel. 0521-335911

Alessandro Tibaldeschi