Nasca l’Exo mondiale della Dieta Mediterranea

Si terrà a Contursi Terme il primo Expo mondiale della Dieta Mediterranea con un'organizzazione giovane, innovativa ed espressione di politiche etiche. La notizia è stata comunicata dal sindaco Graziano Lardo che insieme alla Giunta è determinato a dare vita nell'alta Valle del Sele – tra i suoi paesaggi incantevoli e la bontà delle sue "Cento Sorgenti" – all'Expo mondiale dedicata al modo di mangiare sano che l'Unesco ha proclamato Patrimonio Immateriale dell'Umanità. Lo si legge in una nota nella quale si comunica che – con delibera di Giunta Comunale n. 167 del 20-9-2013 – è stata già formalizzata la proposta progettuale della Fondazione Culturale "Paolo di Tarso" che si sta occupando di queste tematiche animando un progetto etico che si svolge con l'adesione della Presidenza della Repubblica.

Il progetto promuove tra i giovani l'interesse per la terra, per la produzione di cibo sano e per il diritto a potervi accedere, essendo la salute un bene fondamentale per l'essere umano.

contursi_dieta_mediterraneaL'Expo Mondiale della Dieta Mediterranea è un progetto che la Fondazione "Paolo di Tarso" ha basato su un piano etico da condividere con soggetti con alte finalità etiche ed è per questo motivo che è stato scelto il Comune di Contursi Terme. L'Expo Mondiale della Dieta Mediterranea è già ritenuta un'occasione unica per la valorizzazione della produttività d'eccellenza del Mezzogiorno d'Italia, in un contesto euro mediterraneo nel quale la centralità della salute dell'uomo diventa sempre più importante ma affievolita dalle politiche economiche internazionali che governano crisi e, di conseguenza, i mercati, come si è dimostrato in questi giorni ad Anuga, ove aziende estere si sono promosse esponendo falso cibo Made in Italy.

L'Expo Mondiale della Dieta Mediterranea è in linea con i dettami della Green Economy.

contursi_paesaggioContursi Terme "si farà accoglienza" per l'Expo Mondiale della Dieta Mediterranea allargando la sua ospitalità dal benessere dei bagni termali alla tavola salutistica, a beneficio della comunità internazionale. Si tratta del territorio che ha già dimostrato con il Festival del Cinema di Giffoni di avere saputo puntare sui giovani. L'Expo Mondiale della Dieta Mediterranea coinvolgerà aziende agricole, associazioni di categoria, mondo della ricerca e sarà occasione di incontro ecumenico e di pace tra i popoli.

Il sindaco di Contursi Terme ha già riunito in un primo tavolo di lavoro gli esperti del Comune e quelli della Fondazione "Paolo di Tarso". Allo stesso tavolo sono state chiamate le associazioni che condividono i fini etici del progetto della "Paolo di Tarso", come la Caritas Diocesana di Teggiano Policastro, la Cooperativa Tertium Millenium, e l'Associazione "Il Sentiero". Queste ultime, in modo particolare, per l'impiego nel progetto di un bene sequestrato dallo Stato alla criminalità organizzata (Parco delle Querce), da destinare alla realizzazione di una Scuola Internazionale per l'apprendimento della cucina della Dieta Mediterranea.