“MonferVINUM”: iniziative di Primavera

Enotrekking in Monferrato – Aspettando l’Unesco

“MonferVINUM – Enotrekking in Monferrato” – iniziativa promossa dall’Ecomuseo della Pietra da Cantoni – torna nel 2013 con un’edizione primaverile, dopo il successo degli appuntamenti precedenti.
Si presenta con lo stesso format: passeggiate tra le vigne, incontri in cantina con i vini monferrini e momenti di piacevole intrattenimento. Un doppio incontro ad inizio mese di maggio e giugno: il primo organizzato a Sala Monferrato con il consueto orario mattutino, il secondo si svolgerà a Vignale Monferrato nell’inedito orario pre-serale.
MonferVINUM propone così nuovi incontri con il vino e i vignaioli, nuovi percorsi per vigne e cantine e la consueta scoperta del Monferrato e dei sapori monferrini.
Storia, paesaggio, gusto, musica, arte, accoglienza e piacevolezze, tra vigneti e infernot, tra filari e pietra da cantoni, in primavera, in Piemonte, in Monferrato.

Per partecipare è obbligatoria la prenotazione.
I gruppi dovranno essere composti da un minimo di 30 partecipanti ad massimo di 50.
Per le caratteristiche dei luoghi, gli appuntamenti si svolgeranno anche in caso di maltempo.
Costo di partecipazione Euro 12,00 (degustazioni incluse).

Dove e quando

Sala Monferrato (Alessandria) – mercoledì 1 maggio 2013
Ritrovo ore 10 – Centro sportivo, via Cella Monte, 16 – Sala M.to (AL)
CONSIGLIATA AI CAMPERISTI: nei pressi del punto di partenza è infatti presente un’area camper

Costo: euro 12,00 a partecipante (da corrispondere alla partenza)

Sala è nel Monferrato uno dei paesi maggiormente coltivati a vite, le vigne di Sala nel XVI secolo già rifornivano regolarmente la tavola dei Gonzaga, marchesi del Monferrato e duchi di Mantova.
L’itinerario conduce, partendo dal confine del paese e attraversando alcuni vigneti della zona, all’azienda vitivinicola di Marco Botto, un’azienda a conduzione famigliare fondata nel 1930 dal nonno "Vasin". Sapiente lavoro in vigna, oltre 15 ettari in collina, dove mani esperte vanno a selezionare le uve migliori, e l'impiego delle più moderne tecnologie di vinificazione in cantina, che vanno ad integrare alla perfezione le antiche tradizioni enologiche famigliari.

Degusatazione di Barba Carlin – Grignolino, dal caratteristico colore rosso rubino chiaro e sapore
fine elegante, leggermente tannico, con tipico retrogusto leggermente amarognolo, affiancato dai salumi monferrini, tra cui spicca la muletta, salame crudo che reca il marchio De.Co (Denominazione Comunale), e il bagnetto verde dal sapore intenso, sapore ‘rurale’ per eccellenza!

Lasciata la prima cantina, un breve percorso, ancora tra le vigne, condurrà alla secondo produttore salese che ospita l’iniziativa: la cantina di Mauro Rei.

Degustazione del Barbera d’Asti superiore DOCG. Vino prodotto con uve 100% Barbera, dal colore rosso rubino e riflessi porporini; dal sapore asciutto e corposo e odore vinoso di buona intensità. Accompagnato da tagliere di formaggi misti.

Lasciata la seconda cantina l’ultima meta è rappresentata dalla chiesa di San Francesco, che si raggiunge attraversandao per intero il paese di Sala Monferrato. La chiesa è sita nel punto più elevato del borgo e vi si gode di un ampio panorama sulle colline circostanti. Qui sarà possibile visitare il piccolo infernot (cavità scavata nella pietra da cantoni) situato sotto la chiesa; si potrà godere di un momento di intrattenimento con i burattini monferrini: Madama Barbera e Messer Grignolino; si potrà degustare il pane e la focaccia “della Iucci” maestra della panificazione dell’Azienda Crova, che a Sala Monferrato produce e vende pane cotto esclusivamente nell’antico forno a legna.

Vignale Monferrato (Alessandria) – sabato 1 giugno 2013
Ritrovo ore 17 – Piazza Mezzadra – Vignale M.to (AL)
I partecipanti dovranno parcheggiare nel nuovo parcheggio che si trova in via Circonvallazione, a pochi passi dalla piazza di ritrovo.

Costo: euro 12,00 a partecipante (da corrispondere alla partenza)

Vignale Monferrato: terra di vino. E il tomponimo è già testimonianza della vocazione vitivinicola del luogo. Vignale Monferrato è testimone storico e rappresentante contemporaneo della cultura del vino, è ‘conduttore’ di un paesaggio vitivinicolo che racconta della relazione tra l’azione dell’uomo e le caratteristiche naturali del luogo che si presentano ottimali per la coltivazione della vite.

A Vignale interverrà Andrea Desana, promotore della celebrazione del Cinquantenario della nascita delle DOC in Italia, legge voluta dal senatore casalese Paolo Desana ed approvata dal Parlamento il 12 luglio 1963.

Lasciato il punto di ritrovo il percorso si snoda dapprima nel centro del paese dove si osserva lo splendido palazzo Callori, sede dell’Enoteca del Monferrato (ora in restauro), e poi piega verso la frazione San Lorenzo per raggiungere il Bricco Mondalino, ove si trova l’Azienda Agricola Gaudio. Dalla terrazza panoramica si gode una vista meravigliosa sulle colline ed i paesi del Monferrato, fino alle Alpi del nord-ovest. La cantina è stata costruita nel 1973 ed è modernamente attrezzata con vasche in acciaio inox termocondizionate per la vinificazione e botti in legno di rovere per l'invecchiamento.

Degustazione Gaudio – Grignolino del Monferrato Casalese DOC, vino della “Linea Tradizionale” dell’azienda.
Il vino sarà degustato in abbinamento con i friciulin ad surcli, realizzati con le erbette, tra cui i papaveri, che in primavera crescono proprio tra i filari delle vigne. I friciulin ad surcli sono un prodotto che reca il marchio De.Co (Denominazione Comunale).

Terminata la prima tappa in cantina, il passo riprende un nuovo corso, tra le vigne e le vie del paese, per raggiungere in breve l’Agriturismo Dré Casté, di Carlo Santopietro, che deve il suo nome per via della sua collocazione: "dietro" o meglio sotto il castello del fu Cardinale Callori, si affaccia a nord sulla distesa collinare del Monferrato Casalese.

degustazione di Barbera Monferraato superiore DOCG 2010, il grande vino del Monferrato che sarà proposto con un altro grande classico della tradizione monferrina: la bagna cauda. Le fatiche della vendemmia e della vinificazione da sempre erano alleviate dal piacere di gustare questo piatto rustico in compagnia di parenti e amici. Anche la bagna cauda è prodotto De.Co. del Comune di Vignale.

Info e prenotazioni
Ecomuseo della Pietra da Cantoni
via Barbano Dante, 30 –
15034 Cella Monte (AL)
tel. 0142.488161 – fax 0142.489962
mob. 334 9353462
e-mail info@ecomuseopietracantoni.it
sito www.ecomuseopietracantoni.it