Miliardi i microbi ospitati dall’orgnismo umano

Sequenziato il genoma della comunita' di microbi che vive nelle nostre viscere.
Ad annunciarlo e' stato un gruppo di ricercatori europei in uno studio pubblicato sulla rivista Nature e riportato dal notiziario Cordis.
Il lavoro rappresenta il primo risultato importante del progetto METAHIT ('Metagenomics of the human intestinal tract'), finanziato dall'UE con ben 11,4 milioni di euro attraverso il tema 'Salute' del Settimo programma quadro (7° PQ). Il nostro organismo ospita circa 100 miliardi di microbi, la maggior parte dei quali vivono nel nostro intestino, dove contribuiscono attivamente a proteggere la nostra salute, eliminando le tossine, producendo vitamine e amminoacidi, e rafforzando il nostro sistema immunitario. Nonostante la loro importanza per il nostro benessere, poco si sa su questa comunita' di 'batteri amichevoli' nelle nostre viscere. Nel nuovo studio i ricercatori hanno analizzato il DNA microbico trovato nei campioni di feci prelevati da 124 adulti europei. Tra i partecipanti allo studio – provenienti da Danimarca e Spagna – vi erano persone di peso normale, in sovrappeso e obese. Alcune soffrivano anche di malattie infiammatorie intestinali (MII).
Nel corso della loro ricerca, il gruppo di ricercatori ha sequenziato 576,7 gigabase di materiale genetico, piu' di qualsiasi altro studio fino ad oggi condotto.
La serie di geni microbici comprende 3,3 milioni di geni, cosa che la rende 150 volte piu' grande del genoma umano. Oltre il 99 per cento delle specie microbiche nei campioni e' risultato essere composto da batteri; sono state individuate 1.150 specie, molte delle quali nuove per la scienza. Ogni individuo presentava almeno 160 specie di microbi nelle sue viscere, e i ricercatori sono rimasti sorpresi di scoprire che le comunita' microbiche intestinali riscontrate nei campioni erano abbastanza simili tra loro.