Milano accoglie ''Identità Golose''

Con una conferenza stampa di benvenuto (slittata di 2 ore causa blocco della circolazione stradale in Lombardia), nella città di Milano alle ore 20 di domenica 28 gennaio 2007 si alza il sipario a Palazzo Mezzanotte su "Identità Golose", il Congresso ideato e curato dal giornalista Paolo Marchi.
I lavori proseguiranno per tre giorni (29-30-31).
Affiancherà Paolo Marchi, Claudio Ceroni, di "MAGENTAbureau", imprenditore della comunicazione.
Un evento che trasferisce la "Milano da bere" nella "Milano da gustare" con la presenza di chef noti a livello mondiale che si disporranno a trasferire le loro idee creative e l'esperienza che li ha fatti giungere alla notorietà, ad altrettanti chef che vorranno recepire i dettami nuovi della cucina creativa.
Un incontro, un"feeling" che solo chi è amante di quest'arte poteva ideare. Tre giorni nei quali sia in Sala delle Grida, sia nella Sala Blu, si avvicenderanno relatori per sviluppare temi come quello legato al mondo del pane, della pasta e dei lieviti ed ancora, della carne e del pesce (sia esso di mare o d'acqua dolce)
Con “Cucinare, di gene in genio” debutta, invece, un tema poco considerato fino a oggi, legato sia alla memoria ed allo sviluppo, nel tempo, di progetti che investono la famiglia.
Sfileranno cinque coppie di “padri, madri e figli” di ogni età, uniti dalla vocazione culinaria, con i genitori bravi a dare fiducia ai figli e questi a non rovinare quanto creato da mamma o papà, magari facendo ancora meglio. Su questo e altro ancora si confronteranno 56 chef provenienti da otto nazioni (Danimarca, Francia, Giappone, Italia, Norvegia, Spagna, Stati Uniti e Svezia) con esperienze gastronomiche assolutamente diverse, che daranno vita alle più interessanti "relazioni golose" oggi nel panorama gastronomico mondiale.
I relatori, negli anni sono passati dagli iniziali 18 (1° edizione), ai 56 dell'attuale edizione 2007 (44 salati e 12 dolci); passando per i 40 del 2006; ciò dà la valenza di Congresso e non di una semplice passerella dove cuochi e pasticcieri sfilano giusto per stupire e raccogliere applausi.
"Chi si presenterà alla platea lo farà con l’intento di confrontarsi, informare e arricchire la cultura dei colleghi" afferma Paolo Marchi.
Anche quest’anno il Congresso gode del patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (MIPAAF), oltre che di quello delle principali istituzioni lombarde e milanesi: Regione Lombardia – Assessorato Agricoltura, Provincia di Milano, Comune di Milano – Assessorato Attività Produttive, CCIAA – Camera di Commercio di Milano, FIPE – Federazione Italiana Pubblici Esercizi.
La Regione Campania – Assessorato all´Agricoltura e alle Attività Produttive e ERSAC Ente Regionale di Sviluppo Agricolo in Campania, in qualità di Regione Ospite saranno presenti al Congresso, oltre che con i migliori interpreti, anche con uno stand di prodotti regionali. E, ancora una volta, a conferma del successo di una squadra affiatata, per il terzo anno consecutivo hanno confermato il loro sostegno a Identità Golose gli sponsor: Grana Padano, Bmw, S. Pellegrino e Acqua Panna a cui si aggiunge, per la terza edizione, anche Lavazza e il Consorzio per la Tutela dell’Asti Spumante Docg.

IL PROGRAMMA:

Come negli anni passati il Congresso si svolgerà nella Sala delle Grida dove il lunedì si alterneranno le lezioni dei maestri. Solo per citarne alcuni, l’Italia avrà la voce di Davide Scabin, Ciccio Sultano e Paolo Lopriore, il Giappone di Yasuhiro Sasajima e per la Spagna interverranno Ferran Adrià e Quique Dacosta.

Martedì 30 al debutto di “Cucinare di Gene in Genio”, sarà la volta delle più importanti famiglie gastronomiche come gli Italiani Corrado e Francesco Assenza, Rita e Massimiliano Alajmo, Nadia e Giovanni Santini, i francesi Pierre e Michel Troisgros e gli spagnoli Mari e Raul Alexandre.
Nel pomeriggio, sul palco, un drappello di sei cuochi provenienti dalla Scandinavia (Claus Meyer, Rene Redzepi, Eyvind Hellstrom, Magnus Ek, Petter Nillson, Henrik Konnerup), quest’anno Nazioni ospiti di Identità Golose. Nazione scelta perchè “noi italiani siamo talmente portati a confrontarci con altre cucine latine e mediterranee" – afferma Paolo Marchi – "che quasi non ci accorgiamo delle qualità che ci arrivano dal Nord Europa”.
Si finisce mercoledì 31 con, in mattinata, l’esercito di interpreti tra il dolce e il salato provenienti dalla Campania, Regione Ospite dell’edizione 2007, con la sua capacità di espandersi nel mondo, ma anche di accogliere figure esterne. Saliranno sul palco, infatti, campani residenti come Ernesto Iaccarino, Alfonso Caputo, ma anche quelli lontani da casa come Antonino Cannavacciuolo, che lavora a Orta San Giulio, e quelli che ci sono arrivati da lontano come il tedesco Oliver Glowig, chef sull´isola di Capri.
A seguire, idealmente, il passaggio di testimone a Niko Romito, unico stellato Michelin della sua regione, l’Abruzzo, che alla prossima edizione sarà la Regione Ospite.
Nel pomeriggio "Dossier Dessert".
Sul palco anche Pietro Leemann e Galileo Reposo (Italia), Will Goldfarb (USA), Luis Aduriz Andoni (Spagna) e Christophe Felder (Francia).

Nella Sala Blu, parallelamente, si svolgeranno i seminari di approfondimento dedicati a temi specifici.

Si partirà lunedì 29 con una sessione dedicata alla cucina scientifica, alla pasta, al pane e alla lievitazione della farina, all’interno della quale, in apertura, Gabriele Bonci del Pizzarium di Roma ci rivelerà i segreti dei lieviti e delle farine, seguito da Fulvio Pierangelini in collaborazione con il docente di Fisica all’università di Parma Davide Cassi e da Eugenio Pol, poeta del pane.
Seguirà, il giorno successivo,
“Dossier Dessert Valrhona”, una giornata durante la quale l’azienda francese con il suo team tenderà un "fil rouge" da Occidente a Oriente (e viceversa) ideato per la nuova edizione di Identità Golose.
Gli interventi dei pasticcieri saranno introdotti da una lezione di analisi sensoriale poi Fredéric Bau, Direttore dell’Ecole du Grand Chocolat Valrhona, e Mizukami San, pastry chef di Tokio, saranno i protagonisti della seconda parte della giornata, con l’assistenza di Gianluca Fusto.
Un’opportunità per scoprire interessanti tecniche, oltre alla straordinaria cura per il dettaglio estetico. A chiudere le tre giornate della Sala Blu, “Tutto sulle tecniche di lavorazione del pesce” con, tra gli altri, Moreno Cedroni, Roberto Petza e Pierfranco Ferrara.

FUORI CONGRESSO PER GOLOSI

Non solo i lavori a Palazzo Mezzanotte: i golosi potranno infatti partecipare al Fuori Congresso, 26 tra i migliori ristoranti di Milano, bravi a dedicare menu e serate ispirate a Identità Golose.
Nella settimana del congresso, tutti potranno gustare in questi ristoranti, uno speciale menu ispirato alla creatività e alla passione di cui Identità Golose è il manifesto.

Weblink: www.identitagolose.it