Miel de Galicia / Mel de Galicia

Spagna – Il Mel de Galicia Igp è un’Indicazione Geografica Protetta in base alla quale mira a valorizzare l’eccellenza del miele prodotto in Galizia che, combinando le caratteristiche definite nel suo disciplinare, soddisfa i requisiti di produzione, trasformazione e confezionamento.

Questo miele viene prodotto in alveari di telai mobili, per decantazione o centrifugazione. Si presenta allo stato liquido, cristallizzato o cremoso e può contenere anche, nel primo caso, frutta a guscio . Può anche essere presentato in padelle o sezioni.

Dal 1997 , l’allora ministero dell’Agricoltura ha riconosciuto la denominazione specifica Mel de Galicia , registrata come indicazione geografica protetta europea nel 2007 .

La denominazione di origine ha riguardato nel 2008 405 apicoltori (con 31.784 alveari ) e 37 confezionatori, per una produzione totale certificata di 620 tonnellate (169 tonnellate nel 2000).


Il clima unico insieme alle diverse tipologie di suolo e alla vegetazione del paese conferiscono sapori e caratteristiche differenti ai mieli prodotti in Galizia . Pertanto, il Consiglio di regolamentazione dell’IXP Mel de Galicia ha stabilito una serie di parametri che i produttori di miele con il marchio Mel de Galicia Igp devono rispettare.

I diversi requisiti sono:

Un’umidità massima del 18,5%.
Un’attività diastatica maggiore di 9 sulla scala Schade , tranne in quei mieli a basso contenuto enzimatico , in cui deve essere maggiore di 4 (a condizione che l’idrossimetilfurfurale non superi i 10 mg / kg.)
Un massimo di 28 mg / kg. di idrossimetilfurfurale.
Uno spettro pollinico che deve corrispondere nella sua interezza a quello della Galizia secondo i poli maggioritari e la percentuale minima richiesta per la monofloralità.
Qualità organolettiche che corrispondono alla sua origine botanica in termini di colore , aroma e gusto .
Area geografica
L’area di produzione, elaborazione e confezionamento di IXP Mel de Galicia copre l’intera Galizia. La sede dell’Indicazione Geografica Protetta si trova nel Pazo de Quián , a Quián ( Sergude , Boqueixón ).

Tipi

Castagno centenario nel Souto de Rozavales .

Queiroga ( Calluna vulgaris ).

Ape che impollina i fiori di una boscaglia .
Nonostante sia il Miele della Galizia una denominazione unica, sono nel suo cuore sapori e consistenze differenti , conferiti in base ai fiori che gli danno la sua origine. La maggior parte del miele galiziano è di milflores, cioè nella sua elaborazione non predomina un’origine concreta, proveniente da fiori diversi. Tuttavia, altri tipi di miele monofloreale vengono prodotti in Galizia.

Castagna
Il miele prodotto dal castagno ha i suoi principali produttori nei boschetti dell’interno del paese. La parte settentrionale della provincia di A Coruña e le contee confinanti con la provincia di Lugo sono le più adatte alla produzione di questo miele. Le province di A Fonsagrada , A Ulloa , Os Ancares , Quiroga ( O Courel ), il massiccio centrale di Ourense ( Sierra de Queixa , Sierra de San Mamede , Sierra del Fial das Corzas e Montes do Invernadeiro ) spiccano nelle province di Lugo e Ourense. Sil Valley, la striscia di Bolo, Valdeorras e Ourense. Nella provincia di Pontevedra spiccano le contee di O Deza e Terra de Montes . Questo miele è scuro, dal sapore intenso e dai forti sentori floreali.

Heather
L’ erica è una pianta abbondante nelle montagne galiziane ricoperta da cespugli. Queiroga è proprio la pianta di questo tipo di vegetazione che permette una maggiore produzione di miele monoflorale. Prodotto nelle zone di montagna, il miele queiroga si caratterizza per la sua colorazione scura con sfumature rosse e per il suo gusto persistente e leggermente amarognolo. Le zone con la più alta produzione di questo tipo di miele includono A Fonsagrada e O Courel (Lugo), la catena montuosa di A Capelada e la regione dell’Eume , a est della provincia di A Coruña , e le regioni orientali della provincia di Ourense .

Eucalyptus
L’ eucalipto , a seguito di un intenso stoccaggio praticato, marca decisamente la produzione di miele della costa galiziana. Il miele di eucalipto è di colore ambrato, ha un sapore delicato e profumi cerosi. La zona di produzione di questo miele si estende lungo le Rías Baixas , la regione di A Coruña , Ferrolterra e la Marina de Lugo .

Silva
L’abbondante aspetto di macchia mista di piante di rosacea, tra cui spiccano le silve per la loro presenza, consente la produzione di mieli monoflorali. Il miele di Silva acquista colori scuri, sapori forti e dolci in Galizia e aromi fruttati. Le principali zone di produzione sono il sud della provincia di Lugo (contee di Lemos e Sarria), il centro-sud della provincia di Ourense e occasionalmente alcune località della provincia di A Coruña.

Milflores
Le api leccano il nettare di una vasta gamma di specie per produrre il proprio miele. Tra questi fiori ci sono quelli che hanno la capacità di produrre mieli monoflorali, ai quali se ne aggiungono molti altri che migliorano e completano il prodotto. Per questo motivo, non tutti i mieli di achillea hanno la stessa consistenza o lo stesso sapore. Il miele delle zone costiere proviene dal fiore di eucalipto e da altre specie come il salice, o piante della famiglia delle boraxinaceae, composti (dente di leone, lattuga, cardi …), crocifere, legumi e rosacea. Nelle zone interne, oltre al castagno, la silva e il queirogas, le leguminose e le campanulacee e, in misura minore, le labiate e le crocifere, condizionano la produzione di un miele nettamente diverso da quello della fascia costiera.

Fonte: www.wikipedia.org