Melanzana e fagiolo lucani presto Dop

Se un giorno, girando per la Basilicata, vi ritrovaste visitare un paesino di nome Rotonda potrebbe essere che gli abitanti di questo luogo vi offrano degli strani frutti della terra grossi più o meno quanto una mela e la cui forma assomiglia a quella dei pomodori che loro chiamano Merlingiana o Pummadora. Non siate restii ad assaggiarli e non credete che dietro a questi nomi bizzarri si nasconda il pericolo di un Ogm anzi, da pochi giorni questi prodotti autoctoni sono diventati Dop. Ma sveliamo il mistero: Merlingiana o Pummadora sono i nomi che, per via della sua particolare forma, gli abitanti di Rotonda danno alla Melanzana Rossa, melanzana che venne importata dall’Africa attorno all’800 e che cresce solo nella zona del Parco del Pollino. Questo prodotto, che già aveva ottenuto il presidio Slow Food nel 2002, oggi, assieme ad il suo conterraneo Fagiolo Poverello (o Fagiolo Bianco), ottiene dal ministero delle Politiche Agricole la protezione transitoria alle denominazioni.
“Tali riconoscimenti avviano alla conclusione del percorso di valorizzazione delle due produzioni tipiche iniziato nel 2005” informa l’assessore all’Agricoltura Roberto Falotico “ Dopo la protezione transitoria – annuncia ancora l’assessore – si attenderà di completare l’iter europeo con la registrazione da parte della Commissione Europea Dop”.

Eugenio Credidio