Mariann Fischer Boel in Italia fa conoscenza con la grappa

Il 25 aprile scorso Mariann Fischer Boel, Commissario europeo all’Agricoltura, è stata ospite di Mariacarla Bonollo, vicepresidente dell’Istituto Nazionale Grappa, e per la prima volta ha visitato una distilleria di grappa. Il commissario Fischer Boel ha mostrato particolare interesse al processo, addirittura volendo toccare le vinacce con le proprie mani. Poi dopo avere visitato lo stabilimento ha assaggiato i prodotti e i cioccolatini alla grappa.

«La visita del commissario europeo è stata certamente un evento di straordinaria importanza – ha dichiarato Mariacarla Bonollo, vicepresidente dell'Istituto Nazionale Grappa – Momento importantissimo perché durante questo incontro il commissario Fischer Boel ha toccato con mano il mondo della grappa e ha dimostrato di aver compreso la forte territorialità del prodotto. Mariann Fischer Boel ha espresso un enorme interesse per una realtà così complessa come quella della grappa».

Il Commissario europeo ha anche potuto verificare di persona la connessione tra il mondo del vino e quello della distillazione, in particolare l'importanza che le distillerie rivestono in una fase molto delicata della produzione di vino, cioè lo smaltimento delle vinacce. Con la distillazione si contribuisce infatti a ridurre notevolmente il carico ambientale della produzione vitivinicola in modo corretto e dedicato.

Anche per Cesare Mazzetti, presidente dell'Istituto Nazionale Grappa, la visita del commissario europeo rappresenta un passaggio chiave nei rapporti tra il mondo della distillazione italiana e la Commissione Europea. «La riforma dell'OCM vino da parte dell'Unione Europea è alle porte e, come tutte le riforme che riguardano il vino, toccherà direttamente anche i produttori di grappa – ha dichiarato Mazzetti – Quindi è confortante sapere che chi si occuperà di questa riforma si è dimostrata sensibile verso il nostro prodotto, che prima di essere un distillato, è un simbolo dell'italianità nel mondo».

Chi è l'Istituto Nazionale Grappa
L’Istituto Nazionale Grappa è stato fondato nel 1996. Attualmente, attraverso gli Istituti regionali aderenti o direttamente, l’Istituto Nazionale Grappa rappresenta circa il 70% della grappa distillata e oltre 100 aziende. All'Istituto Nazionale Grappa aderiscono l’Istituto Grappa Piemonte, l’Istituto Grappa della Valle d’Aosta, l’Istituto Grappa Lombarda, l’Istituto Grappa Veneta, l’Istituto Tutela Grappa del Trentino, l’Associazione Produttori Grappa dell’Alto Adige e numerosi produttori singoli. Oltre alle organizzazioni regionali possono infatti aderire all’Istituto Nazionale Grappa le imprese che producono o commercializzano grappa con marchio proprio che hanno sede in una regione in cui non è presente un sodalizio associato all'Istituto Nazionale Grappa.

Istituto Nazionale Grappa
Ufficio Stampa – Carlo Odello
tel. +39 030 397308 – fax +39 030 300328
press@istitutograppa.org
www.istitutograppa.org