L'Ue approva progetti italiani dell'agroalimentare

La Commissione europea ha approvato 16 progetti per incentivare la promozione e l'informazione sui prodotti agroalimentari destinati al mercato interno; fra questi, 3 tre sono italiani e porteranno in Italia risorse pari a 11 milioni di euro.

I programmi sono cofinanziati per il 50% dalla Commissione europea, per il 20% dallo Stato italiano e per il 30% dall'Organismo proponente e riguardano i comparti frutta, vino e prodotti biologici.

Di particolare rilievo il progetto "Bio sotto casa", proposto dall'Ati Aiab, Coldiretti e Amab, un programma focalizzato sulla valorizzazione del settore biologico.
Ha ottenuto il finanziamento anche "Un gioco da ragazzi!", proposto da Cso (Centro servizi ortofrutticoli), che prevede azioni di informazione rivolte a giovani e famiglie sulle proprietà della frutta (in particolare pesche, kiwi, susine e pere) e i suoi effetti benefici sulla salute.
Infine "Taste of Europe", proposto da Federdoc – Confederazione nazionale dei consorzi di tutela dei vini a Denominazione di Origine italiana – che ha come principale obiettivo quello di informare operatori e consumatori sulle novità in materia di salvaguardia, tutela e controllo dei vini di qualità.

Fonte:Prontoconsumatore