Luciano Pignataro, giornalista eletto Presidente Borgo medievale

Luciano Pignataro, giornalista del Mattino di Napoli e autore di libri e guide enogastronomiche sul Mezzogiorno, è il nuovo presidente dell'Associazione Borgo di Terravecchia su indicazione del comune di Giffoni Valle Piana. Succede al professore Vittorio Dini di cui è stato vicepresidente durante la gestione.
Il Borgo Medioevale, sorto attorno al castello costruito dai romani e ripreso da Federico II, è stato interamente ristrutturato per ospitare negli antichi palazzi circondati da olivi millenari, da cui si gode una vista spettacolare sulla Valle del Picentino sino al mare, corsi di formazione professionale, convegni, mostre, spettacoli e concerti.
"Il Borgo – ha dichiarato Pignataro – è una grande opportunità per tutta la Campania e il Mezzogiorno dove non esistono villaggi cablati e attrezzati come questo, a pochi chilometri dall'uscita di Pontecagnano sull'autostrada Salerno-Reggio. L'associazione no-profit di nomina pubblica sarà anche il motore progettuale per favorire tutte le iniziative capaci di sostenere e comunicare lo sviluppo delle aree protette, a cominciare da quella in cui siamo inseriti, il bellissimo Parco Regionale dei Picentini".
Il Borgo ha una capacità che varia dai 50 agli 80 posti-letto sempre disponibili durante tutto l'anno a prezzi concorrenziali, utilizzati anche da coloro che frequentano i corsi di formazione a pensione completa organizzati dal Borgo in parnership con enti pubblici o associazioni private, ed è stato costruito a picco sulla collina che domina Giffoni Valle Piana. Completamente distrutto dall'incuria, è stato ripreso durante le amministrazioni del sindaco Ugo Carpinelli con i fondi europei e consegnato in gestione all'associazione nel cui Consiglio d'Amministrazione fanno parte i professori Michele Cesaro e Michele Figliulo.
Nel corso del primo anno di attività ha già ospitato un corso di formazione universitaria e numerosi spettacoli e mostre.
"Nel ringraziare – ha dichiarato Pignataro- il professore Dini per l'impegno e la passione con cui si è dedicato al Borgo, cogliamo l'occasione per rinnovare la nostra piena fiducia al direttore Rosario Muro, ottimo e appassionato funzionario innamorato del territorio, a cui spetta il difficile compito di realizzare concretamente gli indirizzi generali assunti in Consiglio di Amministrazione".