Lotta all'ultimo tartufo vinta da un banchiere di Hong Kong

Cifre record per l'Asta mondiale, organizzata dall'Enoteca regionale di Grinzane Cavour, con la Regione Piemonte e la Città d'Alba.
Un banchiere, seduto a un tavolo della cena di gala nell'hotel Ritz Carlton di Hong Kong, ha vinto l'appassionante sfida a distanza con l'attore francese Gerard Depardieu, tra gli ospiti del ristorante Les Ambassedeurs di Parigi.
Riceverà in Asia tre tartufi del peso complessivo di un chilo e 509 grammi, che si è aggiudicato con un'offerta di 125 mila euro.
I diciotto tartufi, cinque lotti a Grinzane, altrettanti a Parigi e Hong Kong, più i tre pezzi più pregiati, hanno fruttato all'asta un incasso di 259 mila che saranno devoluti in beneficenza, all'organizzazione "Mother's choice" che fornisce casa e assistenza a ragazze madre indiane e cinesi, e all'Istituto per la ricerca e la cura del cancro di Candiolo (Torino).
Questa edizione 2006, era presentata da Gerry Scotti, con testimonial eccellenti, come gli attori Ricky Tognazzi e Simona Izzo e miss Italia 2005, Edelfa Chiara Masciotta.
Tutta l'asta è stata seguita, a Grinzane, anche dalla presidente della Regione, Mercedes Bresso.
Se avesse acquistato i tartufi direttamente da un commerciante delle Langhe, il vincitore dell'asta avrebbe sborsato non più di 6.000 euro.
La gara di generosità, invece, ha moltiplicato per venti il valore degli ambitissimi esemplari di Tuber magnatum Pico; ed è stato uno spettacolo nello spettacolo il campionario di smorfie dell'attore Gerard Depardieu che ha conteso il piatto dell'ultimo lotto, arrendendosi a 120 mila euro.
Nell'asta si sono inseriti anche i partecipanti al 'Wine festival' di Merano, collegati telefonicamente con gli organizzatori a Grinzane Cavour.
E proprio nella città altoatesina sono finiti i primi due tartufi dei lotti riservati all'Italia, assegnati rispettivamente a 3.300 e 4.000 euro. L'asta si è fatta entusiasmante nel finale con il botta e risposta tra Honk Kong e Parigi, dove, oltre a Depardieu, sono stati protagonisti gli scrittori Gerard De Cortanze e Alain Roudier.