L’Oro di Capri sbarca nella Grande Mela

Il pregiato olio d’oliva coltivato dall’associazione di olivicoltori anacapresi “L’Oro di Capri” è stato protagonista di un evento a Manhattan.

Un evento ad hoc, dedicato all’olio estratto dalle olive che crescono negli uliveti delle colline anacapresi tra il Faro e la Grotta Azzurra, è stato presentato da Privilege Italia in un famoso ristorante italiano di New York: il Marconi a Manhattan.
I proprietari, Marco e Claudia Pipolo, giovani capresi che si sono fatti onore all’estero con la loro cucina made in Italy con un tocco di tradizione gastronomica isolana, hanno ospitato la serata dove ospiti d’onore erano i più importanti tour operator ed addetti al comparto turistico che hanno sede nel cuore della Grande Mela.
Nel corso della serata, Privilege Italia ha presento il portfolio di servizi di eccellenza che l’importante organizzazione offre ai turisti stranieri sul territorio italiano. E durante la serata protagonisti degustazione sono stati i prodotti gastronomici locali, capeggiati dall’Oro di Capri, e a illustrare le caratteristiche organolettiche dell’Oro di Capri è stata una rappresentanza dei soci dell’associazione presieduta da Pierluigi La Femina, che ha spiegato l’importanza dei prodotti della terra, proiettati in una visione sempre più internazionale.
L’evento di New York va ad aggiungersi alle altre borse e saloni turistici internazionali a cui ha partecipato l’Oro di Capri: eventi importanti come il TTG di Rimini, il WTM di Londra e il Gustus – Expo dei Sapori Mediterranei di Napoli. Un tour significativo iniziato da Capri che sta facendo conoscere l’Oro di Capri nelle vetrine dei saloni delle borse turistiche internazionali più importanti raccogliendo numerosi consensi per la sua genuinità tutta made in Capri.

Info e Contatti
L’Oro di Capri
segreteria@orodicapri.com
carlo.lelj@incontrinelverde.it
tel: 3333968494
Media e Comunicazione
marianodellacorte@gmail.com
tel 3387910306

Fotogallery: L'oro di Capri al TTG di Rimini, alla WTM di Londra ed a Gustus a Napoli con Gianfranco Vissani e Gennaro Amitrano