L'''Olio di Puglia'' segue l'iter per ottenere l'Igp dall'Unione europea

Pubblicata la proposta di riconoscimento della Indicazione geografica protetta Olio di Puglia

Anche se compare sulle pagine della Gazzetta Ufficiale, la n. 222, del 22 settembre 2017, e pertanto è da considerarsi nota a tutti, in realtà non è stata fatta finora una comunicazione efficace, forse, evidentemente, per non accogliere osservazioni critiche su un disciplinare che è apparso sin da subito strutturalmente debole, ma soprattutto poco efficace al fine di far conseguire un reale successo agli oli pugliesi sul mercato

Alla fine, dopo la convocazione in piena estate, quando molti sono in vacanza, e pertanto riservata a un gruppo ristretto di persone, ora, a poche settimane dall'inizio dell'olivagione, quando tutti sono concentrati sulla prossima campagna olearia, è stato pubblicato il documento del Ministero delle politiche Agricole, Alimentari e Forestali con cui si rende nota la proposta di Disciplinare di produzione per l'olio con attestazione di origine protetta Olio di Puglia.