L'Italia 1° in Europa per prodotti tutelati

La Comunità europea ha certificato quattro nuovi prodotti:
– Castagna di Vallerano Dop
– Melva de Andalucia Igp
– Caballa de Andalucia Igp
– Ovos mole de Aveiro Igp

Con la Castagna di Vallerano Dop salgono a 177 le Dop (Denominazioni di origine italiana protette)
L'Italia si conferma leader nella Comunità europea per numero di certificazioni, seguita dalla Francia con 163, e Spagna con 125

Con la registrazione a livello comunitario della Castagna di Vallerano Dop, l’Italia rafforza la
leadership nella qualità alimentare in Europa con 176 prodotti a denominazione di origine protetti. La
Commissione europea, con Regolamento (Ce) n. 286/2009, del 7 aprile 2009, pubblicato sulla
Gazzetta ufficiale dell'Unione europea dell'8 aprile, ha dato il via libera all'iscrizione della Castagna di
Vallerano nel Registro comunitario delle denominazioni d'origine.
La Castagna di Vallerano, ha polpa
bianca, croccante e un gradevole sapore particolarmente dolce. Viene prodotta esclusivamente nel
territorio del comune di Vallerano, in provincia di Viterbo, dove si trova un importante poli di produzione e commercializzazione.
La zona di produzione insiste su territorio con caratteristiche dei
terreni, che favoriscono l'apporto di potassio, lipidi e carboidrati al frutto.
Due i prodotti spagnoli certificati, Melva de Andalucia IGP e Caballa de Andalucia IGP.
Si tratta di due prodotti che appartengono alla categoria pesci, molluschi crostacei freschi e prodotti derivati.
La Melva de Andalucia IGP è una conserve di tombarello sottolio, prodotta artigianalmente. La materia
prima adoperata per queste conserve è ottenuta dalle specie Auxis rochei e Auxis thazard. Pesce dal corpo robusto, allungato e arrotondato, con la testa corta e due pinne laterali nettamente separate. È di colore azzurrino o grigio azzurrino, fianchi e ventre argentati; la pelle è molto dura e resistente, totalmente priva di scaglie, tranne nella parte anteriore del corpo e lungo la linea laterale. Per Caballa de Andalucia IGP si intendono invece conserve di filetti di sgombro sottolio, prodotte artigianalmente.
La materia prima è ottenuta dalla specie Scomber japonicus, pesce dal corpo fusiforme e allungato, con
muso appuntito e peduncolo caudale sottile. Ha due pinne dorsali nettamente separate e la testa e il
corpo ricoperti di piccole scaglie. Il colore è azzurro-verdognolo, con linee e macchie scure strette e ondulate, fianchi e ventre di colore giallo-argentato, con macchie di colore grigio azzurrino.
Misura generalmente fra 20 e 30 cm.
Il processo di produzione delle conserve è un processo artigianale e
tradizionale andaluso. La spellatura del pesce viene fatta manualmente, senza l'uso di prodotti chimici, ottenendo così un prodotto di ottima qualità, di colore bianco-grigio, consistenza compatta, morbida e succosa, dall'odore gradevole e dal sapore molto caratteristico. Come liquido di conservazione viene utilizzato esclusivamente olio di oliva o di semi di girasole.
Il quarto prodotto certificato per il Portogallo, appartiene alla categoria panetteria e pasticceria.
Gli Ovos Moles de Aveiro IGP si ottengono unendo tuorli d'uovo crudi e sciroppo di zucchero.
Possono presentarsi sfusi, avvolti in un'ostia o confezionati in recipienti di legno o porcellana a forma di botte. Sono di colore omogeneo, di una tonalità compresa tra il giallo e l'arancio, presentano una lucentezza uniforme e non molto intensa, un odore complesso di tuorlo d'uovo, che sfuma verso un aroma caratteristico nel
quale sono racchiusi odori diversi quali il caramello, la cannella e la frutta secca, derivanti dalle
reazioni chimiche che avvengono durante la cottura tra lo zucchero e gli elementi che compongono il
tuorlo. Il gusto dolce, una sintesi dei sapori di tuorlo e di zucchero che viene a crearsi durante la cottura, si accompagna ad una consistenza cremosa ma spessa. La struttura è uniforme, senza grumi di tuorlo né di zucchero (che tuttavia sono tollerabili dopo qualche giorno dalla fabbricazione, poiché sono il risultato della cristallizzazione del prodotto). L'ostia che viene talvolta utilizzata per la commercializzazione presenta un colore omogeneo, tra il bianco e il bianco crema, opaco e smorzato,
ed è inodore o con un leggero odore di farina. Ha un sapore proprio, una consistenza plastica e friabile, la struttura è asciutta, liscia e uniforme.

P.za Matteotti 30 – 53100, Siena
Tel +39 0577 202545 – Fax +39 0577 202562
Mail info@qualivita.it

Weblink: www.qualivita.it