L'Isola d'Elba da scoprire

Ottobre enogastronomico tra feste e antiche tradizioni nelle località più belle della perla dell’Arcipelago Toscano

L’Elba, un’isola che incanta in qualsiasi periodo dell’anno. Dopo l’esuberanza estiva tra festival musicali, golette incantate e il mare blu, l’autunno ci accompagnerà tra i diversi profumi e sapori della terra elbana, alla riscoperta delle tradizioni per un ottobre davvero enogastronomico.

La stagione dei sapori ha inizio il 3 ottobre 2008 (fino al 5) con la “Festa dell’uva” a Capoliveri, tra le più note e antiche manifestazioni dell’isola, che riesce ad attirare migliaia di visitatori. Perché oltre all’uva e al vino a catturare le emozioni è proprio il popolo capoliverese, caparbio e legato alla sua storia, ai suoi costumi e usanze. Tra queste, la tradizionale disfida dei quattro rioni (Baluardo, Fortezza, Fosso, Torre) a chi farà – per strade, piazzette e negozi – la più bella ambientazione dedicata a Bacco che, non a caso, dà il nome all’ambito premio per la migliore ricetta assegnata da Slow Food. Tra la vivacità di una festa coinvolgente e le sfumature nostalgiche di un periodo che non si vuole lasciare svanire, la Festa dell’Uva trova sempre nuovi spunti e ulteriori idee in grado di suscitare forti e gradevoli emozioni: dai giochi della prima giornata alle conferenze enologiche, con il filo rosso delle degustazioni tipiche a legare il tutto.

Dalla vendemmia a “Il Pesce nel piatto” dal 10 al 12 ottobre a Portoferraio. L’ambientazione è di quelle che senza dubbio si definiscono “d’eccezione”: al centro dei cinquecenteschi Bastioni Medicei eretti a difesa di Cosmopolis, con vista sul mare e la città. E’ l’Enoteca dell’Arcipelago Toscano inaugurata da pochi mesi, ma già pronta ad accogliere tra le sue mura i viandanti del gusto. Protagonisti dei vari assaggi – sempre in abbinamento con i vini elbani – saranno il pesce conservato ( 1° giorno ), il pesce d’allevamento (sabato) e domenica gran finale con il pesce azzurro. Inoltre si riproporrà una usanza popolare del passato: la pesca dalla spiaggia con una rete particolare detta “sciabica”, capace di coinvolgere numerose persone, nella pesca e nel banchetto collettivo.

“Il Quinto Quarto”, domenica 19 ottobre a Marciana Marina, è invece una manifestazione dedicata a quei tagli poveri dell’antica tradizione culinaria, oggi poco conosciuti che passano appunto sotto questo nome. Un riscatto per animelle, trippe, lingue e rognoncini e fegatini, cotenne e zampetti cucinati per l’occasione assieme ai prodotti della terra elbana.

Il mese gastronomico si concluderà il 26 ottobre con la ventottesima Sagra della Castagna a Poggio: circa 140 piatti a base di Castagne e specialità preparate seguendo le antiche ricette di questa zona dell’isola. Il giorno prima è dedicato naturalmente alla raccolta del prodotto ed alla visita del “sentiero della memoria” che ri-ambienta nei luoghi stessi gli antichi mestieri .

La perla dell’Arcipelago Toscano propone alberghi e agriturismi per tutte le tasche a partire da 25 euro a persona al giorno.

Per informazioni: APT Arcipelago Toscano

Tel. 0565.914671
E-mail: info@aptelba.it

Weblink: www.aptelba.it