Liguria e Piemonte insieme per far conoscere i loro prodotti

…ma anche musica e altro. Un incontro a Sanremo, un gemellaggio per la valorizzazione dei prodotti tipici dei territori e della volontà di fare sistema, nell'ottica di sviluppare con offerte sempre più mirate ed incisive un'economia legata al turismo agroalimentare.

Un progetto in cui le due Amministrazioni Regionali e le Istituzioni locali hanno sempre creduto e che ancora oggi sostengono con forza, rinvenendo in esso un efficace strumento di scambio culturale tra due realtà geograficamente contigue ma ciascuna con le proprie tradizioni e le proprie tipicità. Un percorso alla riscoperta dei prodotti che sostengono le economie locali: dal Barolo al Barbera al Grignolino, dall'Altalanga al Rossese al Vermentino e alle olive taggiasche, dal gambero di Sanremo alla carne Fassona, al Castelmagno e ai grandi formaggi piemontesi passando attraverso le nocciole e il pregiato olio ligure.

"Crediamo molto nella valorizzazione di percorsi enogastronomici che sappiano promuovere i prodotti di qualità e le tipicità della cucina regionale come volano del turismo dei territori" -afferma l'assessore al Turismo della Regione Liguria Giovanni Berrino – "La cena che si terrà il prossimo 5 febbraio al Casinò di Sanremo, sarà un'ulteriore occasione di incontro tra le eccellenze di Liguria e Piemonte nell'ottica di un'elaborazione di tour interregionali che puntino sulla ricchezza dell'agroalimentare alla riscoperta di un patrimonio di saperi e di sapori che tanto può dare in termini di attrattività dal punto di vista turistico".

Una teoria condivisa e confermata anche dall'assessore al Turismo e alla Cultura della Regione Piemonte Antonella Parigi, la quale dichiara come "la produzione agroalimentare e la correlata offerta enogastronomica del Piemonte siano fra gli elementi caratterizzanti più forti per il territorio e si configurino come vero e proprio elemento attrattivo, capace di influire sulla scelta delle destinazioni turistiche. Nella capacità di valorizzare le tipicità locali – continua – si racchiude pertanto un elemento decisivo per lo sviluppo dei sistemi territoriali, che proprio nella costruzione di modelli di accoglienza e di ricettività orientati in tale direzione hanno l'opportunità di trovare preziose forme di sostenibilità economica. Un potenziale in grado di esprimersi ancor meglio attraverso azioni sinergiche come quelle che possono sviluppare insieme Piemonte e Liguria: dopo i progetti integrati sul fronte turistico già abbozzati recentemente, sarò all'iniziativa di Sanremo per proseguire su questa strada, in attesa di ricambiare l'ospitalità verso i colleghi liguri in occasione dei prossimi eventi previsti Piemonte, fra cui Collisioni".

Il primo atto di tale gemellaggio si terrà il prossimo 5 febbraio a Sanremo, con una cena di gala al Casinò Municipale, patrocinata dalla Regione Liguria, dalla Regione Piemonte e dal Comune di Sanremo e organizzata da Collisioni Festival, Sanremo On, Confcommercio Imperia e Casinò Comunale di Sanremo. Tale evento si presenta come il frutto della collaborazione tra il Festival di Sanremo e il Festival Collisioni di Barolo, in occasione del quale è previsto lo svolgimento del secondo atto di questo scambio culturale, il prossimo 15 luglio proprio a Barolo, con un esclusivo concerto della superstar internazionale Elton John.
Questo esclusivo "tour enogastronomico" guidato da due chef stellati, Paolo e Barbara per la Liguria e Walter Ferretto per il Piemonte, si configura come evento collaterale al Festival della Canzone Italiana che prenderà il via proprio a Sanremo la settimana successiva, ma soprattutto come il palcoscenico ideale per gli chef per rinnovare i piatti della tradizione personalizzandoli con il proprio stile inconfondibile. Ad accompagnare la serata, il Quartetto dell'Orchestra Sinfonica di Sanremo, una delle più antiche e prestigiose realtà musicali italiane con i suoi oltre cento anni di vita.