Libertà di scelta vegetariana in una mensa scolastica

Anche ad Eraclea (VE), dopo mesi di incomprensioni e discriminazioni subite una famiglia che segue una dieta vegetariana, la quale, dopo aver richiesto una dieta priva di carne ha dovuto subire continue pressioni dai vari enti per recedere dai propri propositi, finalmente presso l'Istituto Comprensivo De Amicis e' da oggi possibile per la famiglia richiedere una dieta vegetariana senza che questa sia troppo diversificata da quella proposta che comprende carne e pesce cosichè il bambino vegetariano non subisca discriminazioni e possa avere a disposizione cibi salutari.

Dopo consultazioni con dietisti esperti di alimentazione vegetariana – esperienza che purtroppo ad oggi manca a molti specialisti della nutrizione – che hanno dimostrato la validita' dell'alimentazione vegetariana in ogni fase della vita, da oggi anche presso l'Istituto De Amicis di Eraclea la scelta vegetariana viene considerata come una scelta etica che non richiede certificati medici ma solo una comunicazione scritta alla Direzione Didattica.

D'altra parte, la "Posizione Ufficiale" sull'argomento emanata negli ultimi anni dall'"American Dietetic Association" e i "Dietitian of Canada", due delle piu' importanti associazioni di nutrizionisti del mondo, parla chiaro:

"Le diete vegane, lacto-vegetariane e lacto-ovo-vegetariane ben bilanciate sono adeguate a tutti gli stadi del ciclo vitale, inclusi gravidanza ed allattamento. Le diete vegane, lacto-vegetariane e lacto-ovo-vegetariane adeguatamente pianificate soddisfano i fabbisogni nutrizionali dei bambini nella prima e seconda infanzia e degli adolescenti, e promuovono una crescita normale."
Ed inoltre:
"Le diete vegetariane nell'infanzia e nell'adolescenza possono essere d'ausilio nello stabilire sani schemi alimentari, validi per tutta la durata della vita, e possono offrire alcuni importanti vantaggi nutrizionali."

"Siamo contenti di aver contribuito, assieme ad altre associazioni per la diffusione della scelta vegetariana, a questo risultato, che vede rispettati i diritti del bambino e della sua famiglia" dichiara la dottoressa Luciana Baroni, presidente di Societa' Scientifica di Nutrizione Vegetariana "e speriamo che presto tutte la scuole, non solo alcune, imparino a rispettare il diritto alla celta vegetariana, che e' una scelta etica e di salute".

Comunicazione a cura di Societa' Scientifica di Nutrizione Vegetariana
www.scienzavegetariana.it – info@scienzavegetariana.it
3336705842

Note:
Societa' Scientifica di Nutrizione Vegetariana – SSNV si prefigge di fornire ai professionisti della salute e alla popolazione generale informazioni corrette sulla nutrizione a base di cibi vegetali (c.d. plant-based nutrition) e sui suoi rapporti con la salute.