L’H5N1 o "influenza aviaria" pericolosa per gli esseri umani

Attenzione: l'influenza aviaria porterà alla morte di esseri umani.
A dirlo sono i piu' grandi esperti di sanità animale riuniti a Ho Chi Minh in Vietnam per una tre giorni di dibattiti e discussioni su una nuova forma influenzale trasmessa da polli e galline.
Nella prima giornata di ieri è stata criticata aspramente la comunità internazionale per i pochi sforzi fatti per finanziare la ricerca che ne bloccherebbe la diffusione.
Dal 2003 33 persone sono morte in Vietnam a causa del contagio dell'influenza aviaria, e 12 in Thailandia.
Il dottor Shigeru Omi, direttore dell'area sud-est asiatica dell'organizzazion mondiale della sanità è intervenuto alla tavola rotonda di ieri per sottolineare come il virus una volta contratto dagli animali si trasmetta in maniera molto veloce tra gli esseri umani, e alla stessa velocità puo' portare alla morte di un individuo, in maniera piu' grave della SARS".
Circa 140 milioni di polli sono stati soppressi dall'inizio dell'epidemia, per un esborso finanziario che si aggira intorno ai 10 milioni di dollari.
L'OMS sostiene inoltre che il virus, chiamato dagli esperti H5N1, che si sta propagando in tutto il sud est asiatico dal 2003, sarà all'origine di una ben piu' grave forma di epidemia se non si interverrà con degli sforzi economici a livello internazionale per arrestarne la diffusione.
Anche l'ONU ha lanciato l'alllarme: i paesi donatori non stanno investendo a sufficienza per contenere l' epidemia di influenza aviaria nel sudest asiatico.
Samuel Jutzi, un alto funzionario della Fao ha detto che i donatori hanno fornito l' anno scorso solo 18 milioni di dollari, contro i cento necessari a far fronte con efficacia al virus H5N1, quello che provoca la cosidetta 'influenza dei polli'.
Fonte: Euronews