''L'Europa va avanti'': così parla agli studenti l'Eurodeputato Frattini

Il vicepresidente della Commissione europea e commissario alla Giustizia, Liberta' e Sicurezza, Franco Frattini ha parlato ai giovani tenendo un discorso di alto valore morale.
E' avvenuto durante la presentazione del concorso "L'Europa alla lavagna" tenutasi oggi a Roma nell'ufficio di rappresentanza in Italia della Commissione europea, alla presenza di numerose scolaresche.
Bisogna aiutare la formazione di una "coscienza di cittadinanza europea fatta di valori comuni" e aumentare la conoscenza tra i giovani di cosa sia l'Europa: ossia "un grande ideale che si realizza per risolvere i problemi di tutti i giorni".
L'iniziativa e' rivolta agli studenti delle scuole secondarie superiori e promuove una maggiore conoscenza della storia europea da parte dei giovani tramite la creazione di siti Internet sull'Unione Europea.
I migliori siti saranno premiati il 9 maggio in occasione della Festa dell'Europa dal Presidente Carlo Azeglio Ciampi al Quirinale.
Il ministro Frattini ha spronato i giovani italiani a "partecipare all'azione dell'Europa" per non restare indietro e tagliati fuori mentre l'"Europa va avanti" anche tramite i programmi sull'istruzione giovanile, che lo scorso anno hanno dato ottimi risultati e che il Parlamento europeo intende moltiplicare.
Frattini ha invitato tutti "a cominciare a pensare europeo" evitando di rifugiarsi nei nazionalismi e si e' mostrato molto preoccupato per il recente sondaggio in Francia, secondo cui circa la meta' della popolazione sarebbe contraria alla ratifica della Costituzione europea, mentre ha lodato la Spagna per averlo fatto in tempi brevi.
Frattini ha anche sottolineato come "solo una politica comune europea" possa far fronte a problemi come gli sbarchi di clandestini e il traffico di esseri umani.
"Bisogna aiutare i paesi d'origine e integrare in Europa i lavoratori legali" ha concluso l'on. Frattini.