Le ''Grapperie aperte'' invitano all'assaggio

Domenica, 9 ottobre con l'evento "Grapperie aperte", i visitatori potranno recarsi a visitare le Distillerie, degustare la grappa e conoscere l'alchimia con la quale viene prodotta.
Si rinnova il tradizionale appuntamento promosso dall’Istituto Nazionale Grappa che prevede l’apertura al pubblico della quasi totalità delle distillerie associate: una realtà di assoluto rilievo che rappresenta, per volume, oltre il 70% della grappa prodotta in Italia, e dunque nel mondo, essendo la grappa un distillato tipicamente italiano.
Lo scorso anno sono stati oltre 15.000 i visitatori accolti nelle distillerie aperte in Piemonte, Lombardia, Veneto, Valle d’Aosta, Trentino, Emilia Romagna, Toscana e Sicilia.
Secondo una recente indagine solo l’8% del pubblico intervistato dimostrerebbe una sufficiente conoscenza del prodotto.
Ecco che "Grapperie aperte" si propone come una preziosa occasione per avvicinare il consumatore ad un mondo ancora poco noto, seppure parte integrante della cultura del nostro paese.
Per un’intera giornata i visitatori potranno accedere liberamente alle distillerie associate all’Istituto Nazionale Grappa e scoprire i segreti di un’arte affascinante in cui la tradizione del passato si coniuga con la moderna tecnologia che permette oggi di ottenere prodotti eccellenti salvaguardando tutte le potenzialità aromatiche delle vinacce, affinché giungano all'alambicco con i profumi più naturali e intensi.
Maestri distillatori e proprietari di alcune fra le più note distillerie accoglieranno i visitatori per illustrare la storia e l’evoluzione della grappa, le tecniche di distillazione e i vitigni di origine che determinano il carattere e l’originalità di ogni distillato.
Come ogni anno sarà possibile partecipare a degustazioni guidate alla scoperta delle migliori produzioni nazionali.