Le cucine del mondo ad ALMA VIVA

Colorno 2009 sarà una grande festa delle cucine del Mondo.

Nelle giornate del 4 e 5 ottobre le otto Scuole Internazionali collegate con ALMA per l’insegnamento della cucina italiana, saranno ospitate nella Reggia di Colorno dove si esibiranno nell’esecuzione dei piatti più caratteristici delle loro
culture.
Vedremo quindi ai fornelli cuochi canadesi (dell’Ontario e del Québec),
americani, giapponesi, coreani, turchi, messicani e cinesi, oltre a quelli italiani.
Uno straordinario “teatro” delle tradizioni gastronomiche mondiali e
un messaggio di cultura del cibo senza confini. I dirigenti di queste Scuole si confronteranno la domenica 4 ottobre sulle modalità di insegnamento della cucina italiana per i cuochi dei loro paesi e sui programmi di partnership con ALMA.
Il convegno ospiterà anche gli interventi di ospiti importanti come
Angelo Gaja per il mondo del vino, Valter Cantino Rettore dell'Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo, Guido Magnoni dirigente ICE, Giovanni
Ballarini, Presidente dell’Accademia Italiana della Cucina e altri in via di
definizione.
La giornata del 4 ottobre sarà aperta da un piccolo ma significativo evento
culturale: una mostra della didattica, curiosa e interessantissima. Verranno
esposte al piano nobile della Reggia, le «tavole» storiche (anni ’40) del
primo Istituto Alberghiero italiano, quello di Stresa, nato nel 1938.
Il lunedì 5 ottobre sarà proprio il giorno dedicato alla formazione in Italia con l’importante convegno “Dove va la formazione alberghiera e
ristorativa italiana?”.
Maria Grazia Nardiello, Capo Dipartimento per l'Istruzione Professionale del Ministero della Pubblica Istruzione, Giovanni
Sedioli Assessore Regionale alla Formazione professionale della Regione
Emilia Romagna, Giuliana Pupazzoni dirigente Ufficio Integrazione delle
Politiche Formative-direzione scolastica regionale per la Lombardia e Presidi degli Istituti Alberghieri (Antonella Pari – Ist. Vespucci Milano, Maria Pia Bariggi – Ist. Magnaghi Salsomaggiore Terme, Giuliana Rosetti Cimatti – Ist. B. Scappi Castel S. Pietro Terme, Rosella Bitti – Ist. A. Panzini Senigallia, Michele Corbo – Ist. Melfi, Melfi) si confronteranno sul futuro della formazione nel settore in vista della riforma che interesserà nei prossimi
anni la Scuola professionale.
Sarà un’occasione davvero importante.
La giornata di lunedì vedrà anche la celebrazione del primo Congresso di
«ALMA alumni», l’associazione degli ex-allievi di ALMA che ormai giocano il
loro ruolo di professionisti della ristorazione in Italia e all’estero.
La Tavola Rotonda «La ristorazione collettiva. Elementi di analisi per
una strategia evolutiva» concluderà la giornata esplorando la realtà e le
prospettive di questo settore così importante anche per le occasioni
professionali che può offrire ai giovani. Naturalmente non mancherà l’alta ristorazione che vedrà i momenti più esaltanti nelle due cene di gala coordinate da Gualtiero Marchesi.