Le cantine del Garda fra Vino e Arte

"Profumi di mosto", classica manifestazione enogastronomica organizzata dal Consorzio vitivinicolo Garda Classico giunta quest´anno alla sua quinta edizione.
Un itinerario, che va in pratica da Salò a Sirmione, tra i sapori dell´autunno e i profumi della vendemmia, in 22 cantine che per un giorno diventeranno anche gallerie d´arte. "Quest´anno – ricorda Viviana Beccalossi, vicepresidente e assessore all´Agricoltura della Regione Lombardia, presentando l´iniziativa – oltre a conoscere da vicino ed in maniera diretta i segreti e le virtù degli ottimi vini del Garda Classico, gli organizzatori propongono una importante novità realizzata grazie ad un accordo con il Consorzio con la Libera Accademia delle Belle Arti di Brescia, la scuola d´arte bresciana". Una collaborazione strategica, che qualifica ulteriormente i contenuti culturali di "Profumi di Mosto", dando alla manifestazione un respiro completamente nuovo e per certi versi unico.
Le ventidue cantine del circuito si trasformeranno quindi per un giorno in inusuali gallerie, nelle quali i giovani artisti della Libera Accademia delle Belle Arti allestiranno le loro opere, interagendo con gli ambienti, con i profumi dell´uva in fermento, con il vissuto antico delle aziende. "Senza dubbio – conclude Viviana Beccalossi – un valore aggiunto per non mancare ad un appuntamento che valorizza e interpreta nel modo migliore il binomio tradizione e cultura. Una proposta davvero particolare: nello splendido scenario del Garda si potranno apprezzare profumi e sapori dell´ottimo vino di questo territorio ammirando il lavoro di artisti emergenti". In circuito proposto da "Profumi di Mostro" copre tutta l´area produttiva del Garda Classico: da Bedizzole (dove saranno aperte le aziende agricole Cantrina, Le Gaine e Pasini Giuseppe e Maurizio) a Calvagese della Riviera (dove si potrà far tappa alle cantine Redaelli De Zinis e alla Torre di Attilio Pasini) fino al cuore della Valtenesi,a Puegnago, dove l´itinerario comprende le cantine Masserino, Scolari, Pasini Produttori- San Giovanni, Marsadri e La Basia, mentre a Manerba aderiscono le Cantine Avanzi e l´agricola Taver. Non manca Moniga, dove si potranno visitare le cantine dei f. Lli Turina, l´agricola Monte Cicogna, l´agricola Costaripa di Imer e Mattia Vezzola e la cooperativa Cantine della Valtenesi e della Lugana, fino a Padenghe, dove saranno aperte l´agricola Pratello e la cantina di Emilio Zuliani. Nell´area del basso Garda, infine, accoglieranno i visitatori la Spia d´Italia di Lonato, l´agricola Colli a Lago-selva Capuzza di San Martino della Battaglia e la Tenuta Roveglia di Pozzolengo. Ogni azienda proporrà in degustazione un vino abbinato ad una specialità gastronomica: formaggi e salumi del territorio, ma anche piatti della tradizione rurale gardesana. I carnet per la partecipazione si acquistano nella prima cantina che si intende visitare: costano 20 euro e danno diritto all´ingresso e alla degustazione, a partire dalle ore 11. 00 e sino alle 19. 00, in ognuna delle 22 cantine. Www. Gardaclassico. It