L'Asiago vince il premio ''Rigoni Stern''

Gianni, figlio dello scrittore e giornalista Rigoni Stern, consegnerà
il riconoscimento istituito quest’anno da Il BonTà.

Un premio che prendendo spunto da Mario Rigoni Stern, icona dei valori della gente di montagna ed originario proprio di Asiago (VI), va a sottolineare la qualità di uno dei formaggi più apprezzati del territorio nazionale.

Cremona, 5 novembre 2008 – Valorizzare le produzioni tipiche di alta qualità: questo è l’obiettivo principale de Il BonTà, che in quest’ottica ha istituito il Premio Rigoni Stern per il formaggio Asiago, che per questa prima edizione andrà ad Antonio Pozzan, direttore del consorzio di tutela di questa DOP. Antonio Pozzan, premiato perché “restauratore dell’Asiago di montagna”, riceverà il riconoscimento direttamente da Gianni Rigoni Stern, figlio del grande scrittore, sabato 8 novembre nell’ambito de Il BonTà.
Un premio che vuole portare l’attenzione dei consumatori e naturalmente del mondo della ristorazione e della distribuzione sulle produzioni tipiche di alta qualità, come appunto quella del consorzio di tutela dell’Asiago, a cui i caseifici devono dare precise garanzie sull’origine e la qualità del latte raccolto, sull’andamento del processo di produzione, e sul controllo del prodotto finito.

Premiata anche la Fontina.
Il formaggio Asiago non sarà l’unica produzione casearia tipica premiata a Il BonTà, il salone delle eccellenze enogastronomiche in programma a Cremona dall’8 all’11 novembre; sarà infatti anche un altro grande formaggio della tradizione italiana a ricevere un premio che ne andrà a sottolineare la qualità e l’apprezzamento dei consumatori: la Fontina, per cui ritirerà il premio il direttore del consorzio di tutela Livio Vagneur.

Paolo Bodini
Ufficio stampa CremonaFiere