L'albero di Marlene®.

E’ un melo, l’albero che dal 16 settembre in TV dispenserà i suoi frutti per dare gioia a grandi e piccini.
Quaranta secondi di immagini forti, ma anche allegre e di condivisione, sintetizzate per la carta stampata in un disegno colorato realizzato da Guendalina in cui l’albero maestoso, carico di mele pronte per la raccolta, si sradica dal terreno, scende la vallata, attraversa prati erbosi e, lasciando stupefatta la gente del posto, che sempre più numerosa lo segue, raggiunge la città dove una folla festante stacca le mele e le addenta o con esse ci gioca per far festa.
Di una festa proprio si tratta l’arrivo del nuovo raccolto 2007 delle mele dell’Alto Adige Marlene®, la “Festa di mele” com’è stata definita.
Una campagna stampa, presentata nella mattinata di mercoledì 12 settembre alla Terrazza Martini, a Milano innovativa per molti aspetti, con la proiezione in anteprima sia dello spot commissionato dal Consorzio delle Cooperative Ortofrutticole dell’Alto Adige VOG, sia per le modalità eseguite da Roberto Greco, direttore creativo di Ogilvi & Mather e da Miguel Campana Perez, regista spagnolo che ne ha curato la realizzazione.
Gerhard Dichgans, Direttore del Consorzio VOG ha risposto in modo esaustivo alle innumerevoli domande dei giornalisti, con una competenza ed una passione che vanno ben oltre la mera carica occupata.
Le mele dell’Alto Adige si fregiano del marchio IGP (indicazione geografica protetta); le varietà certificate sono: Golden Delicious, Red Delicious, Granny Smith, Gala, Braeburn, Elstar, Fuji, Jonagold, Idared, Morgenduft e Winesap e le cooperative che raggruppano i produttori sono ventuno.
Le mele sono coltivate e raccolte rigorosamente a mano secondo metodi tradizionali; è stato calcolato che il gesto del raccogliere viene ripetuto quasi tre miliardi di volte per staccarne oltre mezzo milione di tonnellate. Nel 2006 sono state ben 540.000, un quarto dell’intero raccolto italiano e circa l’8% del raccolto di mele europeo, coltivate su dieci mila ettari fra Merano, Bolzano, Bressanone e le zone della Bassa Atesina.
Le aziende familiari sono 5.600, 1.558 i dipendenti ed un fatturato che, sempre nel 2006, ha toccato i 290 milioni di euro.
E’ con la cosiddetta “comunicazione” che il marchio Marlene® si è fatto strada negli anni, e la frase che ben sintetizza la nuova campagna 2007 si può riassumere in: “da tante mele a un melo”. Un albero che sicuramente catturerà l’attenzione del pubblico sempre più esigente nelle scelte d’acquisto. Questa e le altre campagne di comunicazione, ed il marchio “Marlene®” sono serviti anche ad un cambiamento reale della stessa produzione con risultati per entrambi, più che soddisfacenti.
A coronamento della presentazione di questa nuova campagna 2007 è stato ingaggiato lo chef Norbert Niederkofler, 2 stelle Michelin del Trentino Alto Adige; autore di libri di cucina ha anche ottenuto le 3 forchette del Gambero Rosso e 17 punti guida de l’Espresso. Per l’occasione si è brillantemente cimentato con un buffet ragguardevole, fornendo anche alcune ricette da comporre in un’unica preparazione, per festeggiare in tavola con le mele Marlene®. Eccole:

Délice di mela verde

Per la salsa di mela:
550 ml. di succo di mele Granny Smith Marlene®
2 fogli di gelatina
70 g di sciroppo di zucchero
Succo di ½ limone
Come fare: preparare la salsa di mela. Mettere a bagno la gelatina in poca acqua. Scolarla, strizzarla e farla sciogliere nel succo di limone tiepido. Unire il resto degli ingredienti e trasferirli in un contenitore. Metterli in frigorifero a rapprenderli.

Per la spuma di mela

400 ml di succo di mela Granny Smith Marlene®
4 fogli di gelatina
75 g di sciroppo di zucchero
50 ml di Calvados
Succo di ½ limone
2 capsule di gas

Per la spuma di mela mettere a bagno la gelatina in acqua. Fare intiepidire il Calvados e sciogliervi la gelatina scolata e strizzata. Unire il resto degli ingredienti e trasferire il composto nel sifone con 2 capsule di gas. Lasciar riposare in frigorifero per 2-3 ore.

Per il sorbetto di mela

350 ml di succo di mela Granny Smith Marlene®
100 ml di vino bianco
30 ml di Calvados
70 g di zucchero
50 g di glucosio
20 ml di succo di limone
1 mela Granny Smith Marlene

Per il sorbetto di mela mescolare il succo di mela, il vino bianco e il succo di limone. Riscaldare il glucosio, lo zucchero e il Calvados, unire i due composti e trasferirli nella sorbettiera. Svuotare la mela, conservando integra la buccia, riempirla con il sorbtto e metterla in freezer.

Per i krapfen di mela

500 g farina, 60 ml latte, 60 ml olio di semi, 60 ml acqua, 1 cucchiaio di rum, 50 g zucchero 2 tuorli d’uovo, 1 uovo intero, vaniglia in polvere, sale, olio per friggere, zucchero a velo

Per il ripieno dei krapfen

3 mele Granny Smith Marlene®, 50 g zucchero gelificante, 20 ml succo di limone, 15 ml Calvados, 100 ml vino bianco, 75 ml succo Granny Smith Marlene, 1 pizzico cannella, 10 g miele.

Per i krapfen, mescolare tutti gli ingredienti e lasciare riposare l’impasto coperto e in ambiente fresco per 30 minuti. Stendere la pasta e tagliarla in quadrati. Per il ripieno tagliare le mele in piccoli dadi. Mescolare il resto degli ingredienti e farli bollire sino a ridurli della metà. Versare il liquido sulle mele e portare il tutto a ebollizione. Lasciare raffreddare e distribuire il ripieno sui quadrati di pasta. Chiuderli a triangolo e friggerli in olio. Con una schiumarola prelevare i krapfen dall’olio man mano che sono dorati e metterli ad asciugare su carta da cucina.
Servire in un piatto fondo la salsa gelatinata assieme a fettine di mela farcita con il sorbetto e completarlo con la spuma. Accompagnarlo con i krapfen spolverizzati di zucchero a velo.

Danila Orsi