L’agroalimentare veronese e il “Fancy Food” di New York

Successo dell’agroalimentare veronese e buone prospettive di sviluppo per l’export del comparto: questi i primi risultati della partecipazione della Camera di Commercio, alla guida di 9 imprese veronesi, alla 59º edizione della fiera Fancy Food,la più importante rassegna americana dedicata all’agroalimentare, conclusasi in questi giorni a New York beneficiare di una grande visibilità internazionale grazie all’ottima posizione dello stand camerale, situato di fronte ai maggiori importatori americani di specialità europee e grazie anche alla visita del Console Generale italiano a New York, Natalia Quintavalle, che ha espresso vivo apprezzamento per le produzioni locali. Ottimo l’afflusso di visitatori professionali, importatori, distributori, buyer della GDO, dettaglianti e ristoratori, che, secondo le prime stime, va ben oltre i 28.000 previsti. Il vino, i prodotti da forno, l’olio extravergine di oliva Garda dop e Veneto dop, le verdure sottolio e sottaceto e l’immancabile pasta fresca, sono stati i protagonisti assoluti dello stand camerale, che spiccava nell’area Italia e tra i 2.400 espositori provenienti da 80 paesi. Per promuovere il Sistema Verona a tutto tondo, la partecipazione all’evento si è conclusa con una visita alla risotteria Melotti, recentemente inaugurata nell’East Village, un pezzo di tradizione veronese che si sta facendo strada nel cuore della Grande Mela . “La partecipazione a Fancy Food è stata un’ottima occasione per rafforzare l’export veronese del comparto agroalimentare – afferma Damiano Berzacola, componente della Giunta camerale veronese – soprattutto in questo momento di stallo generale dell’economia. E’ necessario, infatti, consolidare la nostra vocazione all’export e gli Stati Uniti si confermano da anni come un importante partner commerciale, con un export pari a oltre 35 milioni di euro e un incremento del 1,5 % nel 2012 rispetto al 2011. Auspico che sempre più imprese sappiano cogliere queste importanti occasioni promozionali proposte e organizzate dalla Camera di Commercio per supportare l’internazionalizzazione delle PMI”.