L’agroalimentare piacentino cresce sui mercati internazionali

L'intenso programma promozionale del Consorzio Piacenza Alimentare, inaugurato a metà gennaio con l'appuntamento bolognese di Marca dedicato alla marca commerciale, in questi primi tre mesi dell'anno ha inanellato una serie di brillanti risultati in alcune delle più prestigiose piazze internazionali per il food&beverage

L'intenso programma promozionale del Consorzio Piacenza Alimentare, inaugurato a metà gennaio con l'appuntamento bolognese di Marca dedicato alla marca commerciale, in questi primi tre mesi dell'anno ha inanellato una serie di brillanti risultati in alcune delle più prestigiose piazze internazionali per il food&beverage.

Dal 6 all'8 febbraio il Consorzio è infatti stato impegnato nella fiera Fruit Logistica di Berlino, la principale rassegna internazionale dedicata al settore ortofrutticolo – fresco, IV e V gamma – che ha contato in questa edizione 58.000 visitatori specializzati da 130 Paesi. Questo il commento di Francesco Delfanti, titolare della Delfanti Trade di Monticelli d'Ongina: "La nostra partecipazione alla fiera Fruit Logistica di Berlino è ormai una tradizione. Quest'anno, in particolare, abbiamo presentato le nostre specialità – aglio, cipolla e scalogno – in una nuova cornice espositiva, che ha catturato l'interesse degli addetti ai lavori e ci ha portato un buon numero di visitatori. Ora, a distanza di un mese dalla manifestazione, possiamo dirci piuttosto ottimisti riguardo ad alcuni dei contatti presi in fiera, con i quali speriamo di sviluppare presto una collaborazione."

Il secondo prestigioso appuntamento nel mercato tedesco è stato il Biofach di Norimberga (13-16 febbraio). Il salone internazionale del biologico ha ospitato 41.794 visitatori da 129 Paesi; tra i piacentini partecipanti vi sono stati Terre di Sangiorgio di Gossolengo, azienda specializzata nella produzione di salse e sughi di pomodoro, e Suncan di Castelvetro Piacentino, produttrice di conserve e succhi di frutta. Così si è espresso a riguardo Roberto Politi, titolare di Suncan SpA: "Siamo presenti da diversi anni a questa manifestazione, che costituisce una delle più importanti vetrine internazionali per le produzioni biologiche e nella quale rigorosi criteri di selezione garantiscono l'alta qualità dei prodotti esposti."

Alla kermesse ha partecipato anche La Pizza+1 di Gariga di Podenzano; era presente il titolare e neo Presidente del Consorzio Sante Ludovico, il quale ha incontrato diversi rappresentanti delle principali istituzioni italiane in Germania, tra cui il Console italiano a Monaco di Baviera e la Camera di Commercio Italo-tedesca. "Il colloquio con la responsabile Food Marketing della Camera di Commercio Italo-Tedesca a Monaco costituirà un importante punto di partenza per promuovere l'offerta sia enogastronomica che turistica del territorio piacentino all'estero. Mi impegnerò personalmente affinché queste collaborazioni – traducibili per esempio in workshop e incontri B2B – siano sempre più numerose e variegate e possano far conoscere tutte le eccellenze della nostra provincia". Per quanto riguarda i mercati extra UE, si è concluso pochi giorni fa (25-28 febbraio) il GulFood di Dubai, la più importante rassegna del Medio Oriente per l'industria agroalimentare.

L'Italia, presente con 250 aziende, è stata il primo espositore alla fiera, che rappresenta la più importante vetrina per il settore agro-alimentare del Medio Oriente, ha registrato il tutto esaurito anche in questa edizione. Su 110 Paesi espositori, il nostro si è riconfermato protagonista indiscusso. Gli Emirati Arabi Uniti rappresentano da soli l'ottavo mercato per i prodotti italiani fuori dall'Ue. Considerando tutti gli stati che compongono il Consiglio di cooperazione del Golfo, la dipendenza dalle importazioni è complessivamente molto alta. In alcuni casi, arriva a sfiorare il 90%.

A rappresentare l'eccellenza delle produzioni locali con il Piacenza Alimentare c'era Alberto Squeri della ditta Steriltom, accompagnato dal nipote Alessandro, che si dichiara soddisfatto dell'organizzazione dell'evento: "E' forse ancora presto per parlare di risultati, ma posso di sicuro affermare che il nostro prodotto ha riscosso un notevole successo. Stiamo già trattando con diversi importatori per entrare nel mercato Middle East." Il pomodoro piacentino è stato protagonista in questi giorni, sempre grazie alla Steriltom di Gragnano Trebbiense, anche al Foodex di Tokyo iniziato martedì 5 e conclusosi venerdì 8 marzo. Anche la rassegna giapponese ha raccolto il plauso del giovane export manager Alessandro Squeri: "Il Foodex si è rivelato molto interessante per la nostra azienda; il mercato e il gusto giapponese sembrano infatti apprezzare i nostri prodotti. La fiera non ci ha permesso soltanto di conoscere nuovi potenziali clienti in Giappone, ma anche di entrare in contatto con operatori dei paesi emergenti dell'area ASEAN, mercati difficili da penetrare, ma con un elevato potenziale che Steriltom intende sfruttare."

I commenti riportati sopra confermano quindi l'efficacia dell'azione propulsiva del Consorzio Piacenza Alimentare nel favorire l'espansione internazionale delle imprese agro-alimentari piacentine; il programma promozionale continua nelle prossime settimane con il Prowein di Duesseldorf dal 24 al 26 marzo, l'evento di riferimento per il mercato internazionale di vini e alcolici, e con l'organizzazione di una collettiva al TuttoFood di Milano (19-22 maggio) in cui è prevista la partecipazione del Consorzio Piacenza Alimentare WineFood Service a rappresentanza di tutte le Associate.