Laghi Lombardi

La denominazione di Origine controllata “Laghi Lombardi”, accompagnata da una delle seguenti menzioni geografiche aggiuntive: “Sebino”, “Lario”, è riservata all’olio extravergine di oliva rispondente alle condizioni ed ai requisiti stabiliti nel relativo disciplinare di produzione.
La zona di produzione delle olive destinate alla produzione dell’olio extravergine di oliva, comprende i territori colivati atti a conseguire le produzioni con le caratteristiche qualitative previste nel disciplinare di produzione situati nel territorio amministrativo delle province di Brescia, Bergamo, Como, Lecco.
Le condizioni ambientali e di coltura degli oliveti destinati alla produzione dell’olio extravergine di oliva devono essere quelle tradizionali e caratteristiche della zona e, comunque, atte a conferire alle olive ed all’olio derivato le specifiche caratteristiche qualitative.
I sesti di impianto, le forme di allevamento ed i sistemi di potatura devono essere quelli tradizionalmente usati o, comunque, atti a non modificare le caratteristiche delle olive e degli oli destinati alla denominazione di origine controllata.
Sono pertanto idonei gli oliveti collinari e pedo collinari della zona, i cui terreni sono sostanzialmente derivati dalla disgregazione chimico-fisica naturale o meccanica indotta dei calcari a diversa composizione e struttura e dalla sedimentazione lenta dei materiali disomogenei più minuti, separati per levigazione e flottazione e trasportati a valle negli slarghi delle cerchie moreniche.
Lo strato superficiale dì tali terreni ha dato origine a terre rosse, brune o grigie, con scheletro abbondante e vario nelle zone moreniche e con orizzonti pedologici più o meno profondi.
La raccolta delle olive destinate alla produzione dell’olio extravergine di oliva deve essere effettuata entro il 15 gennaio di ogni anno.
La produzione massima di olive degli oliveti destinati alla produzione dell’olio extravergine di oliva a denominazione di origine controllata non può superare Kg. 5000 per ettaro per gli impianti intensivi. La resa massima delle olive in olio non può superare il 19%.
Anche in annate eccezionalmente favorevoli la resa dovrà essere riportata sui limiti predetti attraverso accurata cernita purché la produzione globale non superi di oltre il 20% i limiti massimi sopra indicati.
L’olio extravergine di oliva “Laghi Lombardi”, accompagnata dalla menzione geografica “Sebino”, deve rispondere alle seguenti caratteristiche:
colore: verde-giallo,
odore: di fruttato medio-leggero;
sapore: fruttato con leggera sensazione di amaro e piccante.

Laghi Lombardi