La Rai gratuita nel pavese

Il Sindaco del Comune di Villa Biscossi(Pavia), Rino Viganò, è senz’altro una persona fuori dal comune: infatti ha deciso di pagare di persona il canone Rai a tutta la sua cittadinanza. Il Vicesindaco Giuseppe Fassardi spiega così la scelta:” Attraverso le plusvalenze di bilancio siamo riusciti a rimborsare i cittadini per quanto riguarda il pagamento del canone Rai: sono 150 residenti per un totale di 6000 Euro complessivi, e speriamo in questo modo di riuscire ad invogliare le persone a venire a vivere da noi, lontano dal frastuono cittadino”.
Nel rimborso è compreso l’abbonamento al quotidiano “La Provincia Pavese” per un mese di fila: “In questo modo – spiega Fassardi – la cittadinanza sarà sempre al corrente di quanto succede, inoltre stiamo preparando anche un evento culturale di attualità rivolto ai cittadini”. Nel giugno 2008 in Piazza Municipio era stata inaugurata una fontanella pubblica d’acqua oligominerale naturale e gassata, proveniente da una sorgente sotterranea, per sfatare le chiacchiere di qualcuno che sosteneva che il servizio avrebbe pesato sul pagamento della bolletta dell’acqua. Da oggi nessuno potrà più brontolare neanche per la televisione, e questo porterà senz’alcun dubbio ad un rapporto migliore con il piccolo schermo che già da diverso tempo propone programmi migliori e meno trash.
Villa Biscossi geograficamente si trova in Lomellina, fra la città di Mede, Pieve del Cairo e Lomello. Ĕ un grosso centro agricolo, ma è il più piccolo Comune della provincia di Pavia.
Nel Consiglio Comunale c’è quasi un rappresentante per ogni famiglia.
Oltre che per la risicoltura, Villa Biscossi è molto frequentata per la presenza sul suo territorio di un’ importante azienda, creata dalla Famiglia Bovolenta, specializzata nel settore della floricoltura.

Alfredo Zavanone