La pasta si veste di fantasia

Il grande Festival a Foligno dal 24 al 27 settembre

I Primi d'Italia, unico Festival nazionale dedicato al mondo dei primi piatti, organizzato dal 24 al 27 settembre a Foligno dalla società Epta-Confcommercio, quest'anno sarà ancor di più all'insegna dell'originalità e dell'inventiva. Oltre alle degustazioni continuative nelle 14 location sparse nel centro storico – tra cui il Villaggio delle Ricette Creative con primi piatti di grandi pastifici industriali tra cui Voiello, Garofalo e Spigadoro, ed il Villaggio della Tradizione e Tipicità con la migliore pasta artigianale come Setaro e Fabbri – il Festival darà la possibilità al pubblico di ammirare e, perché no, gustare, formati di pasta unici al mondo.

In una suggestiva location – la Corte del Palazzo medievale Trinci – insieme ai prodotti di qualità esposti nella mostra mercato Boutique della Pasta, troveranno la giusta cornice le più originali produzioni artigianali, messe in mostra nelle due prestigiose gallerie dedicate ai migliori pastifici italiani: la Galleria dei Formati Speciali e la Galleria dei Formati Regionali.

Nella prima saranno esposti i formati di pasta più curiosi ed innovativi, nati dall'estro e dallo studio accurato dei maestri pastai nostrani. Prima fra tutti 'A Caccavella, il formato di pasta più grande al mondo: 50 grammi al pezzo, 9 centimetri di diametro e 6 di altezza, per una pasta prodotta dalla Fabbrica della Pasta di Gragnano che prende il nome dalla particolare forma "a pentolina", caccavella in napoletano.
Non mancheranno paste con riconoscimenti internazionali: le Pannocchie, per esempio, prodotto del Pastificio Marella – Il Pozzo del re, ha ricevuto il primo premio come miglior formato, miglior pasta, miglior confezione al Fancy Food Show di febbraio a New York.
Dalla forma davvero curiosa Halloween Pasta, realizzata dal Pastificio Dalla Costa: tanti piccoli e colorati pipistrelli accompagnati da ragni, gufi e zucche. Ed ancora la pasta a forma di dollaro, di giglio fiorentino, di ferro di gondola, di sombrero e di orsacchiotto saranno celebrati nella Galleria, una vera a propria mostra per dare il giusto tributo alla straordinaria fantasia dei pastifici italiani.

Sotto i riflettori anche la Galleria dei Formati Regionali, un'occasione unica per vedere riunite tutte le paste tipiche delle nostre regioni, da nord a sud. Presente il Veneto, con i bigoli, il Piemonte con i tajarin, la Liguria con le trofie, l'Emilia con i garganelli ed ancora i maccheroni al ferretto calabresi, le orecchiette pugliesi, i malloreddus sardi, e molti altri, tra cui, baluardi e pilastri della cucina umbra, gli immancabili stringozzi.

"Quest'anno – dichiara Roberto Prosperi, presidente di Epta-Confcommercio – il Festival I Primi d'Italia renderà la pasta una vera e propria opera d'arte. Non solo attraverso le esposizioni delle due Gallerie dei Formati Speciali e Regionali, ma anche con l'allestimento nel centro storico di Foligno, di celebri dipinti rivisitati e impreziositi da curiose incursioni di pasta…".

Sarah Scaparone
Ufficio Stampa
334/3269338

CLUB PAPILLON
Via Roberto Ardigò, 13/b
15100 Alessandria

Tel. +39 0131 261670 (int. 215) Fax +39 0131 261678
http: //www.clubpapillon.it
email: sarah.scaparone@clubpapillon.it