La Mela Rossa di Cuneo è Igp

La Regione Piemonte raggiunge la quota di 20 denominazioni registrate in sede europea

Ciliegia di Vignola IGP (Emilia Romagna)
Sale Marino di Trapani IGP (Sicilia)
Salame Felino IGP (Emilia Romagna)
Mela Rossa Cuneo IGP (Piemonte)
Ficodindia di San Cono DOP (Sicilia)
Panforte di Siena IGP (Toscana)
Salmerino del Trentino IGP (Provincia autonoma di Trento)
Agnello del Centro Italia IGP (Abruzzo,Lazio, Marche, Toscana, Umbria, Emilia Romagna)

La Mela Rossa di Cuneo IGP, è fra i protagonisti della IV edizione di Anteprima DOP, progetto riservato ad operatori di settore e stampa, studiato dalla Fondazione Qualivita per il Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali per consentire una conoscenza diretta dei prodotti che hanno recentemente ottenuto l’iscrizione nel registro europeo delle DOP, IGP o STG e per valorizzarne lo start up.

L’Italia, guida la classifica europea per numero di prodotti registrati, con 252 prodotti iscritti nel registro DOP IGP e 2 nel registro STG.

Negli ultimi otto mesi sono state registrate otto nuove eccellenze, che vanno ad arricchire il paniere di qualità italiano. Otto realtà molto diverse, che ben rappresentano tutte le sfaccettature del nostro sistema agroalimentare di qualità.

Le mele denominate Mela Rossa Cuneo IGP vengono prodotte utilizzando esclusivamente le varietà di mele Red Delicious, Gala, Fuji, Braeburn e i loro cloni. La Mela Rossa Cuneo IGP, si caratterizza per una sovracolorazione della buccia e una tonalità della colorazione particolarmente luminosa e brillante. La zona di produzione della Mela Rossa Cuneo comprende i comuni situati in parte nella provincia di Cuneo e in parte in quella di Torino, a un’altitudine compresa tra 280 e 650 m s.l.m.

La zona di coltivazione della Mela Rossa Cuneo IGP occupa un territorio particolarmente vocato nell’esaltare la colorazione delle mele che vi vengono prodotte. L’altitudine, la latitudine, la conformazione orografica, i fattori climatici e la particolare intensità di irraggiamento solare rappresentano le caratteristiche ambientali del territorio. Ma è soprattutto la contiguità della catena alpina alla pianura padana che determina escursioni termiche tra il giorno e la notte, con valori medi pari a 13,8 °C. che provoca la particolare colorazione rossa di queste mele. Tali valori rappresentano un’ampiezza decisamente insolita, rispetto a quelli generalmente registrati per la maggior parte delle regioni di produzioni di mele europee – sia montane, sia di pianura – luoghi in cui gli sbalzi termici sono prevalentemente imputabili al rapido passaggio di perturbazioni meteorologiche.

REGISTRAZIONI FOOD DEL PIEMONTE

1. Bra DOP

2. Castagna Cuneo IGP

3. Castelmagno DOP

4. Crudo di Cuneo DOP

5. Fagiolo Cuneo IGP

6. Gorgonzola DOP

7. Grana Padano DOP

8. Marrone della Valle di Susa IGP

9. Mela Rossa Cuneo IGP

10. Mortadella Bologna IGP

11. Murazzano DOP

12. Nocciola del Piemonte o Nocciola Piemonte IGP

13. Raschera DOP

14. Robiola di Roccaverano DOP

15. Riso di Baraggia Biellese e Vercellese DOP

16. Salame Cremona IGP

17. Salamini Italiani alla Cacciatora DOP

18. Taleggio DOP

19. Tinca Gobba Dorata del Pianalto di Poirino DOP

20. Toma Piemontese DOP

REGISTRAZIONI WINE DELL’EMILIA ROMAGNA

1. Alba DOP

2. Albugnano DOP

3. Alta Langa DOP

4. Asti DOP

5. Barbaresco DOP

6. Barbera d’Alba DOP

7. Barbera d’Asti DOP

8. Barbera del Monferrato DOP

9. Barbera del Monferrato Superiore DOP

10. Barolo DOP

11. Boca DOP

12. Brachetto d’Acqui DOP

13. Bramaterra DOP

14. Calosso DOP

15. Canavese DOP

16. Carema DOP

17. Casorzo DOP

18. Cisterna d’Asti DOP

19. Colli Tortonesi DOP

20. Collina Torinese DOP

21. Colline Novaresi DOP

22. Colline Saluzzesi DOP

23. Cortese dell’Alto Monferrato DOP

24. Coste della Sesia DOP

25. Dogliani DOP

26. Dolcetto d’Acqui DOP

27. Dolcetto d’Alba DOP

28. Dolcetto d’Asti DOP

29. Dolcetto di Diano d’Alba DOP

30. Dolcetto di Ovada DOP

31. Dolcetto di Ovada Superiore DOP

32. Erbaluce di Caluso DOP

33. Fara DOP

34. Freisa d’Asti DOP

35. Freisa di Chieri DOP

36. Gabiano DOP

37. Gattinara DOP

38. Gavi DOP

39. Ghemme DOP

40. Grignolino d’Asti DOP

41. Grignolino del Monferrato Casalese DOP

42. Langhe DOP

43. Lessona DOP

44. Loazzolo DOP

45. Malvasia di Castelnuovo Don Bosco DOP

46. Monferrato DOP

47. Nebbiolo d’Alba DOP

48. Piemonte DOP

49. Pinerolese DOP

50. Roero DOP

51. Rubino di Cantavenna DOP

52. Ruchè di Castagnole Monferrato DOP

53. Sizzano DOP

54. Strevi DOP

55. Terre Alfi eri DOP

56. Valli Ossolane DOP

57. Valsusa DOP

58. Verduno Pelaverga DOP

Fondazione Qualivita

Piazza Matteotti 30 – 53100 Siena (Italy)