''La Liguria a Bruxelles'', una settimana di promozione dei prodotti tipici

Sapori e profumi liguri in vetrina, a Bruxelles, da giovedì 22 marzo.
Si apre infatti una settimana di eventi promossa dalla Regione Liguria, in collaborazione con Liguria International, Casa Liguria e numerosi enti territoriali.
Nell’ambito della rassegna “La Liguria a Bruxelles”, Liguria International, in collaborazione con l’Istituto per il Commercio Estero-Ice, l’Unioncamere, l’Unione delle Province Liguri, ha promosso un incontro all’Hotel Jolly Sablon di Bruxelles con diversi operatori liguri e belgi, giornalisti e ristoratori.
La manifestazione enogastronomia ligure al Jolly Sablon prevede una degustazione di pesto, olio e vino promossa rispettamente dalle Province di Genova , Imperia e La Spezia.
Savona ha invece promosso la parte dedicata alla ceramica della Settimana Ligure a Bruxelles. La degustazione sarà curata da Fabrizio Vignolini,Virgilio Pronzati e Alberto Rognoni.
Nel corso dell’incontro verranno illustrate le caratteristiche organolettiche dell’olio extravergine ligure e il suo impiego in cucina.
Ci sarà anche una lezione su come si prepara il vero pesto con il basilico dop genovese e una degustazione dei vini tipici regionali accompagnata da assaggi di salumi e formaggi.
In programma anche un workshop tra operatori liguri e aziende belghe che operano nel campo della distribuzione e della ristorazione.
Le aziende liguri che parteciperanno all’incontro sono:
– Enoteca Pubblica della Liguria e della Lunigiana di Castelnuovo Magra,
– Frantoio Bo di Sestri Levante,
– Genova Paste,
– il pesto di Genova Prà di Franco Fassone,
– le Delizie di Neri della Spezia,
– Lupi di Pieve di Teco,
– Oleificio Polla di Loano,
– Pastificio Fiore di Marasco,
– Cantine Bosoni di Luni,
– Raviolificio San Giorgio di Ceriale.
E tutto ligure sarà anche il menu della cena in programma al Parlamento Europeo dove sarà presente; fra gli altri, Danuta Hubner, commissario europeo per le Politiche Regionali.
La cena a Palazzo Altiero Spinelli prevede l’aperitivo con Pigato della Riviera di Ponente, assaggino di “sardenaira” , panissetta di ceci con patè di olive taggiasche e crostini di pane con il pesto.
La cena, annaffiata con vermentino dei colli di Luni e rossese di Dolceacqua, proseguirà con una passatina di fagioli bianchi Dop di Pigna, con code di gamberi rossi di Sanremo, ravioli di coniglio al sugo di pinoli e profumo di timo, cima di vitello con salsa di fave fresche e macedonia di verdure.
Dessert con charlotte al linone con sorbetto al basilico e salsa all’extra vergine e al limone verde e sciacchetrà delle Cinque Terre.