La Guida di Identità Golose è online

La Guida che porta alla scoperta delle migliori insegne che valgono un viaggio o una sosta, oggi ancora più ricca di contenuti, consultabile online e nell’App.
La 15° edizione della Guida Identità Golose ai ristoranti d’Italia e del mondo propone 1055 insegne tra cui 100 pizzerie, 153 locali segnalati in 30 paesi, e ancora oltre 500 le cucine guidate da chef under 40 e 19 i premi alle Giovani Stelle.
Dal momento che è stato chiesto ad ogni chef di suggerire un luogo del cuore, il numero degli indirizzi da non perdere raddoppia e tra le novità anche una selezione di cocktail bar con cucina.
L’interesse maggiore quest’anno è rivolto ai giovani talenti: sul totale dei ristornati recensiti, 67 sono guidati da chef under 30, mentre nelle cucine di quasi la metà dei ristoranti segnalati troviamo chef che non hanno ancora compiuto 40 anni.

Ad aggiudicarsi i premi della categoria Giovani Stelle under 40 sono: Valentina Rizzo (la miglior chef), Matteo Metullio e Davide De Pra (il miglior chef), Himanshu Saini (miglior chef internazionale), Richard Abou Zaki e Pierpaolo Ferracuti (sorpresa dell’anno), Davide Boglioli (miglior sous chef), Lorenza Panzera (la miglior sommelier), Carlo Salino (il miglior sommelier), Laura Carollo (miglior maître), Roberta Merolli (miglior chef pasticcere), Pier Daniele Seu (miglior pizzaiolo), Davide Guidara (sperimentazione in cucina), Famiglia Fais: Pierluigi, Chiara, Valentina, Elisabetta Fais (giovane famiglia), Ludovica Rubbini e Riccardo Gaspari (servizio e accoglienza), Sabina Yausheva (la miglior barlady), Matteo Di Ienno (il miglior barman), Eugenio Signoroni (miglior food writer), Riccardo Forapani (identità di pasta), Alessandro Billi (identità di riso), Marco Ambrosino (contaminazioni).

La sezione Storie di Gola dedicata al racconto di tante città in Italia e nel mondo: – meritano un approfondimento gastronomico – Torino, Milano, Roma, Napoli e poi ancora Barcellona, Parigi, Copenhagen, Bruxelles, New York, Bogotà.
Invitato dai professionisti della ristorazione (dai giornalisti agli chef), il lettore è chiamato alla sperimentazione della cucina contemporanea in tutte le sue espressioni tra tavole raffinate, piole, brasserie, botteghe e mercati.

Fonte: Italiasquisita