La Germania primo Paese importatore dei vini italiani

La Germania si conferma per il vino italiano il mercato più importante in termini quantitativi,
mentre in valore al primo posto si collocano gli Stati Uniti.
Secondo dati dell’Ice (l’Istituto italiano per il commercio con l’estero), da gennaio a novembre 2004 l’Italia ha esportato verso la Germania 4,55 milioni di ettolitri di vino per un valore di 642 milioni di euro, con aumento del 4,51% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
Con ciò il mercato tedesco è rimasto il più importante acquirente di vini italiani in termini di quantità, mentre in termini di valore sono stati gli Stati Uniti – con 684,772 milioni di euro, pari a un incremento del 4,37% – ad occupare il primo posto, come già nel 2003.
I dati sono stati diffusi dall’Ice in occasione della sua partecipazione con uno stand collettivo alla Prowein di Duesseldorf, svoltasi dal 6 all’8 marzo. Sessanta aziende agricole, vitivinicole, cantine, consorzi, enti regionali (Abruzzo, Campania, Puglia) e il Vinitaly di Verona hanno presentato alla Prowein, su una superficie di circa 700 metri quadrati, vini di qualità e altre bevande alcoliche di varie zone produttive italiane.