''La cucina della famiglia Bianchi''

Per il mese di ottobre, l’Azienda Agricola Biologica Bianchi Via Roma, 37 – 28070 Sizzano (Novara)propoe il seguente menu:

Per incominciare…
Crostone alla crescenza
ANTIPASTI
Tagliere di affettati misti
Le nostre verdure della serra
Torta salata alle cipolle e pancetta
Flan di spinaci al gorgonzola
PRIMI PIATTI
Risotto alla fonduta di toma e funghi o su richiesta la “Paniscia”
Ravioli del plin al ragù di coniglio
SECONDI PIATTI E CONTORNI
Oca brasata alle mele
con contorno verdura di stagione
DOLCE
Il dolce della casa
grappe
Prezzo : € 24,00 Bevande e caffè escluse
Extra per degustazione formaggi
Novaresi € 2,00

Aperto: Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato e Domenica a mezzogiorno
Giovedì, Venerdì e Sabato alla sera

Giovedì 10 novembre alle ore 20,00 l’Azienda Agricola Biologica Bianchi Via Roma, 37 – 28070 Sizzano (Novara),
su prenotazione (max 60 posti):
propone un’edizione speciale di cucina rurale, interamente ispirata alla tradizione enogastronomica del territorio delle colline novaresi e, più specificamente, alla lunga storia della famiglia Bianchi.
Tanto per farsi un’idea:
frittata rognosa,
paniscia alla novarese, anatra alla novarese con polenta,
cotechino,
pane, dolci e confetture. Tutto rigorosamente prodotto nelle terre e negli allevamenti di proprietà e cucinato in casa secondo antiche ricette. Pane compreso. E vino, naturalmente.
La cena sarà infatti accompagnata da alcuni vini che hanno fatto la storia dell’Azienda, dal secondo dopoguerra a oggi quali:
Vini in produzione: Ghemme D.O.C.G., Gattinara D.O.C.G., Sizzano D.O.C., Vigneto Valferana Gattinara D.O.C.G., Vigneto Valfré Colline Novaresi D.O.C., Luminae Colline Novaresi Bianco D.O.C. Erbaluce, Barbera Colline Novaresi D.O.C., Nebbiolo Colline Novaresi D.O.C., Sanclemente Colline Novaresi D.O.C., Passione Rosa Colline Novaresi D.O.C. Nebbiolo Rosato, Primosole (Nebbiolo, Barbera, Merlot), Eloise (Chardonnay ed Erbaluce).

Cenni storici: fondata nel 1785, l’Azienda Agricola Bianchi si sviluppa rapidamente e produce, già nell’Ottocento, vini che sanno farsi apprezzare oltre il territorio piemontese, annoverando fra i suoi clienti personaggi illustri come il Conte Camillo Benso di Cavour. Nel secondo dopoguerra, i vini “Bianchi” sono conosciuti in tutta l’Italia Nord-Occidentale, mentre, dopo l’acquisizione di nuovi vigneti a Ghemme e Gattinara, la notorietà e la distribuzione si allargano progressivamente al territorio nazionale e all’estero, Stati Uniti e Giappone, in particolare. E proprio in piena espansione, a metà degli anni Ottanta, l’azienda fa una scelta decisa e inizia la conversione della produzione al biologico, che completa negli anni Novanta, affermando un’identità imprenditoriale saldamente legata a quella territoriale.
Il passaggio alla produzione biologica segna una crescita qualitativa nella cultura manageriale dell’Azienda Bianchi, sempre più attenta, anche attraverso interessanti sperimentazioni, a difendere e valorizzare vitigni autoctoni e vigneti di tradizione. Con buona e misurata azione di marketing, viena aperto anche un agriturismo, per garantire alla crescente domanda del turismo eno-gastronomico una risposta locale autentica e coerente.

Recentemente l’Azienda Agricola Biologica Bianchi ha festeggiato 220 anni.
Duecento anni di produzione vitivinicola tradizionale più ormai venti di produzione biologica, entrambe di pregio.

Penotazioni: 0321.820823 – 810004

Visita il sito: www.bianchibiowine.it

comunicato stampa
Virginia Coletta
Azienda Agricola Biologica Bianchi