La Convenzione Onu protegge il tonno rosso

Lopa: "e’ una vittoria per l’ambiente che il governo abbia assunto una posizione a favore della tutela di una specie cosi’ importante per i nostri mari e per l’economia della Campania".

Il Governo italiano appoggia la decisione del Parlamento europeo di inserire il tonno rosso nella lista delle specie protette dalla Convenzione dell’Onu per fauna e flora selvatiche in via di estinzione. Plaudono le associazioni ambientaliste. Soddisfatto della decisione e’ anche il sottosegretario alle Politiche agricole con delega alla Pesca Antonio Buonfiglio, per il quale ora occorre lavorare su due fronti: tempi tecnici riguardo l’entrata in vigore del provvedimento (la proposta di Italia e Francia e’ di 18 mesi, in modo da condurre ulteriori ricerche sullo stato di salute degli stock in mare) e sulle compensazioni dei tonnieri che negli ultimi anni hanno investito. Cosi è intervenuto il Rappresentante della Consulta Nazionale dell’Agricoltura, Rosario Lopa, partecipando questa mattina ad un incontro con i pescatori della costiera. Ma l’Italia si era gia’ mossa in modo autonomo per tutelare il tonno rosso: su proposta del sottosegretario, infatti,ha ribadito l’esponente dell’Agricoltura, è stato approvato per la campagna 2010 la moratoria nazionale per la flotta del sistema a circuizione, ossia le grandi tonniere; un fermo obbligatorio, di cui si e’ data comunicazione a Bruxelles, su cui si intende corrispondere una compensazione., E’ una vittoria per l’ambiente,sottolinea Lopa, che il governo abbia assunto una posizione a favore della tutela di una specie cosi’ importante per i nostri mari e per l’economia. Come già ribadito da Buonfiglio, ha concluso Lopa, in primo luogo devono ricevere gli aiuti i marittimi imbarcati che perderanno il posto di lavoro, salvaguardando la commercializzazione interna del tonno rosso e l'attività della pesca artigianale e tradizionale, per questo Buonfiglio e Le Maire si sono accordati per ricercare una definizione concordata di pesca artigianale, le modalità di finanziamento degli aiuti e su come ottenere una ricerca veramente indipendente.