La Commissaria europea approva la capacità della Liguria sull'utilizzo dei fondi europei

GENOVA. “Genova può diventare esempio pilota per altre città europee di recupero di aree dismesse e di rigenerazione urbana, visti i risultati raggiunti per aumentare la qualità della vita”. Lo ha dichiarato oggi la commissaria europea per le Politiche regionali, Danuta Hubner in visita istituzionale per la prima volta a Genova e in Liguria, dove ha incontrato il presidente della Regione Claudio Burlando, il vicepresidente, Massimiliano Costa, l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Renzo Guccinelli, il sindaco e il vicesindaco di Genova, Marta Vincenzi e Paolo Pissarello.
Motivo della visita, che coincide con l’apertura del semestre di presidenza di turno della regione Liguria dell’euroregione “Alpi mediterraneo”, la discussione dei risultati derivanti dalla passata programmazione 2000-2006 e le prospettive della nuova programmazione 2007-2013. “La Liguria – ha detto Danuta Hubner, al termine della visita effettuata in mattinata del Galata Museo del Mare, dell’Urban Lab di Genova e dell’Acquario – è una regione con molti aspetti positivi, ma anche sfide aperte per il futuro. A cominciare dalla necessità di aumentare gli investimenti per l’innovazione tecnologica e per la competitività soprattutto per le piccole e medie imprese”. Secondo la commissaria europea per le Politiche economiche “un aspetto positivo dei passati finanziamenti dell’Unione in Liguria è stato aver attratto investimenti privati. Una tendenza che dovrà essere perseguita anche nel futuro settennato 2007-2013 per favorire l’internazionalizzazione delle imprese”. Giudizi positivi sono stati quindi espressi dalla commissaria per quanto riguarda i programmi di investimento urbano che hanno prodotto il Galata Museo del Mare, parzialmente finanziato da Urban 2 e l’Urban Lab di Genova, il laboratorio di Renzo Piano, oltre all’Acquario. “Vorremmo vedere – ha detto Hubner – sempre più investimenti così in Europa in grado di incrementare la qualità della vita, soprattutto nelle aree industriali dismesse molto numerose”. Apprezzamento anche per la “capacità della regione di utilizzare i fondi europei, grazie alla predisposizione di buoni programmi e l’auspicio di raggiungere una sempre maggiore efficienza di utilizzo degli investimenti attraverso la concentrazione dei programmi geografici”.
Accanto alle visite istituzionali a Genova, Danuta Hubner ha potuto ammirare, in un fuori programma, la cattedrale di S. Lorenzo, la sala del Maggior e del Minor consiglio a Palazzo Ducale, la mostra sul Turismo d’Autore allestita nell’appartamento del Doge, la storica via Garibaldi insieme a Palazzo Lomellino e a Palazzo Tursi. Inoltre ha particolarmente apprezzato la mostra sull’Emigrazione allestito all’Interno del Museo del Mare.
Nel pomeriggio la commissaria si trasferirà a Riomaggiore dove verrà ricevuta dal presidente del Parco delle 5Terre, Franco Bonanini e visiterà il Santurario di Montenero. Quindi alle 16 è prevista la visita alla Spezia dell’Expò, accompagnata dal sindaco, Massimo Federici e dal presidente della Camera di Commercio e di Union Camere Liguria, Aldo Sammartano.