La castagna nella cucina oltrepadana

I ristoranti e gli agriturismo presenti sul Portale Oltrepopavese.it, offrono questa occasione ad ospiti e turisti che vorranno scoprire questo antico frutto, tipico dell'Oltrepo Pavese Pedemontano, cucinato ed abbinato ad altre materie prime di qualità, che il territorio oltrepadano offre.
La riscoperta di un prodotto unico e stagionale che vi porterà ancora una volta a riconoscere profumi e sapori della tradizione… della ristorazione classica e agreste.
Un alimento che apparentemente sembra "povero"… un alimento che sembra lasciare poco spazio alla creatività in cucina, ma che invece interpretato nel miglior modo, può regalare sensazioni uniche. Siamo certi che scoprendo i menù che ristoratori e operatori agrituristici vi offriranno, saprete gustare al meglio LA CASTAGNA come ricchezza autunnale di estrema qualità!
Il programma di LA CASTAGNA NELLA CUCINA OLTREPADANA…., l’elenco dei ristoranti e agriturismo, con i menù proposti, al sito:
www.oltrepopavese.it

LA CASTAGNA…. UN PO' DI STORIA… La castagna è un frutto consumato dall'uomo da tempo immemorabile. In Europa ne parlò per primo Senofonte, nel IV secolo a.C. definendo il castagno come 'albero del pane'. In seguito Marziale, nel I secolo a.C., e poi Virgilio descrissero il consumo e la coltivazione delle castagne. Per moltissimo tempo ha svolto un ruolo molto importante nell'alimentazione umana, ma il primo forte impulso alla coltivazione vera e propria si ebbe nel medioevo, grazie alla contessa Matilde di Canossa. Nel diciottesimo secolo in Francia si preparavano dolci a base di castagne: i marrons glacés e un preparato simile al cioccolato. La Castanea sativa appartiene alla famiglia delle fagacee. Questa pianta è molto antica; risale al Cenozoico ed è diffusa in una vasta area che va dall'Asia minore all'Europa meridionale, all'Algeria. L'Italia conta la maggiore superficie di castagneti in Europa, con circa 800.000 ettari. Le varietà presenti in Italia sono moltissime, circa trecento. Il castagno è longevo ma caratterizzato da uno sviluppo molto lento; può raggiungere i trentacinque metri di altezza e i due metri di diametro. I frutti maturano nel periodo autunnale, da settembre a novembre. Bisogna distinguere le castagne dai marroni: le castagne sono il frutto del castagno selvaggio (ogni riccio ne contiene di solito tre), mentre i marroni sono il frutto degli alberi coltivati (ogni riccio ne contiene uno solo).

Data di svolgimento: Sabato 28 e Domenica 29 ottobre 2006
Luogo di svolgimento: Ristoranti e Agriturismo dell’Oltrepo Pavese
Informazioni online: WWW.OLTREPOPAVESE.IT
Rapporti con la Stampa: Patrizio Chiesa 349.1088317