Jijona

Spagna – ll Jijona Igp è un torrone morbido ottenuto con mandorle delle varietà Valenciana, Mallorca, Marcona, Mollar e Planeta, in una proporzione minima del 52%, miele puro minimo 10%, zucchero, albume d’uovo e ostie.

La zona di produzione e confezionamento del torrone Jijona Igp comprende il territorio municipale di Jijona, in Provincia di Alicante, nella Comunità Autonoma di Valencia.

ll torrone è un prodotto ottenuto dalla cottura del miele a cui sono state incorporate le mandorle tostate e l’albume d’uovo. Le mandorle vengono tostate in particolari cilindri riscaldati a fuoco intenso. In un apposito contenitore si cuociono a fuoco vivo il mix di zucchero, glucosio e miele, si aggiunge l’albume d’uovo e infine le mandorle tostate. La massa calda ottenuta si stende manualmente su un apposito piano e si lavora fino a portarla ad uno spessore di 1 cm. Una volta freddata si macina in mulini di pietra fino ad ottenere una massa fluida e si avvia ad una successiva cottura a temperatura moderata dove verranno incorporate 2kg di mandorle. A questa seconda cottura viene accompagnato il processo di battitura della massa. Il torrone ancora caldo viene pesato e messo a riposare per 24 ore prima di essere tagliato e confezionato.

Il torrone di Jijona Igp ha un intenso sapore di mandorla e miele. Può essere tagliato tranquillamente con un coltello, ha una superfice leggermente rugosa con le mandorle tritate ben visibili. Si caratterizza per la sua dolcezza, friabilità e l’intenso sapore che sprigiona.

Jijona è un villaggio circondato da campi in cui sono presenti numerose piante di mandorlo e alveari. Ciò è dovuto all’abbondanza di una vasta varietà di fiori, specialmente di piante aromatiche come il rosmarino e il timo. La lavorazione artigianale dei torroni è molto antica. Esistono numerosi documenti del 1531 che fanno riferimento a questo prodotto, importato dagli arabi. Dalle cucine famigliari è cresciuta l’industria fino ai nostri giorni.

Il torrone Jijona Igp deve essere conservato in un posto fresco ed asciutto. Una volta aperto è consigliabile conservarlo nel suo involucro originale o avvolto nella carta stagnola. Il torrone Jijona Igp non solo viene consumato a Natale ma è anche utilizzato per l’elaborazione di piatti molto particolari. Può essere abbinato al pesce, come il salmone o usato come ingrediente principale per l’elaborazione di biscuit, torte, gelati, mousse e dolci in genere.

Il prodotto è immesso in commercio nelle tipologie Jijona Igp Extra, nella quale la quantità minima di mandola contenuta sarà di 52% e Jijona Igp Suprema, dove le mandorle contenute saranno del 64%. è commercializzato in porzioni rettangolari da 15 a 90 gr. e in tavolette rettangolari da 100 a 700 gr. Per la ristorazione si commercializzano torroni da 6-7 kg.

La zona di produzione del Jijona Igp è ricca di piante aromatiche come rosmarino, timo, lavanda, fiori di zagara, che donano un sapore unico al miele prodotto e utilizzato nell’elaborazione dei torroni di altissima qualità.

Data di registrazione: 12/11/1996 Fonte: www.qualivita.it