IV convegno sui Radicchi Veneti a Chioggia

Il 29 novembre, dalle ore 9.00 alle 13.00, presso l'Auditorium di Calle San Nicolò, si svolgerà a Chioggia il convegno sul paniere dei radicchi veneti, organizzato da Il Sole 24 ORE Edagricole, dagli enti locali e dai
consorzi dei produttori.
Dopo Rovigo (2002), Treviso (2003) e Verona (2004) ora tocca alla provincia di Venezia il compito di ospitare l'evento che si terrà per l'appunto a Chioggia, città lagunare veneta che dà il nome alla più diffusa delle tipologie di radicchio e sede di un importante mercato ortofrutticolo.
Il convegno nello storico centro di Chioggia.
E al contrario degli anni scorsi non avrà carattere interdisciplinare, non si preoccuperà di toccare i vari problemi delle diverse fasi della filiera. Ma sarà quasi monografico, occupandosi in misura nettamente preponderante degli aspetti alimentari e nutrizionali legati al consumo di radicchio.
Autorevolissimi i relatori. Tra questi spiccano i nutrizionisti come il prof. Carlo Cannella, Ordinario di Scienza dell'alimentazione all'Università La Sapienza di Roma, noto al grande pubblico per le sue collaborazioni a trasmissioni televisive Rai, che affronterà il tema "Il gusto, la stagionalità, la tipicità di fronte ai nuovi modelli di consumo degli italiani".
Moderatore sarà Ferdinando Pimpini, Ordinario di Orticoltura e Floricoltura all’Università di Padova, mentre i saluti iniziali saranno affidati a Fortunato Guarnieri, sindaco di Chioggia, a Giuseppe Scabòro, assessore all’agricoltura della Provincia di Venezia, a Massimo Albonetti, presidente della Camera di Commercio di Venezia. La prima relazione, a cura di Luca Zaia, assessore alle Politiche dell’Agricoltura e del Turismo della Regione Veneto, verterà su “L’azione degli organismi pubblici a sostegno della commercializzazione dei radicchi. La ricerca, le igp, le attività divulgative”. Nella seconda Flavio Paoletti, ricercatore Inran – Istituto nazionale per la ricerca sugli alimenti e la nutrizione, Roma, parlerà de “I benefici per la salute derivanti dal consumo di insalate. Le ultime acquisizioni messe a fuoco dall’Inran”. Piergiorgio Pietta, dirigente di Ricerca presso l’Istituto di Tecnologie Biomediche Avanzate del Cnr di Milano, illustrerà al pubblico “I phytochemicals presenti nei radicchi”.
Nella quarta relazione Fabrizio Marzano, presidente Unaproa discuterà di “Come comunicare al consumatore in modo efficace quali sono le proprietà nutritive dei radicchi. L’esperienza della campagna di educazione alimentare Unaproa: cinque colori del benessere”. Ivan Dragoni, presidente di Milano Ristorazione, enuncerà "Le iniziative di Milano Ristorazione in merito alla promozione del consumo di ortofrutta nelle scuole; il rapporto con le istituzioni locali", mentre Michele Giannini, responsabile del Centro Po di Tramontana, di Veneto Agricoltura relazionerà su “Gli studi di Veneto Agricoltura in merito al sapore amaro in alcune linee di radicchi”.
Una cornice gustosa all'evento è offerta dall'esposizione di prodotti e di piatti a base di radicchio organizzata tra gli eleganti portici del Comune. Fra gli organizzatori del convegno il Comune di Chioggia, la Regione Veneto, la Provincia di Venezia, la Camera di Commercio di Venezia, altre amministrazioni pubbliche, come la Provincia di Treviso, numerosi privati (i consorzio di produzione e altre aziende) e Il Sole 24 ORE Edagricole. La Segreteria organizzativa è a cura dell' Assessorato alle attività produttive del Comune di Chioggia. Il settimanale “Terra e Vita” raccoglierà gli abstract delle relazioni, più diversi reportage, in una pubblicazione che verrà distribuita al pubblico che presenzierà all’evento di Chioggia.

Comunicato stampa