''Irpinia — Colline dell’Ufita''

L'olio extra vergine d'oliva «Irpinia — Colline dell’Ufita» ha il seguente colore: da giallo paglierino a verde più o meno intenso.
La zona di produzione della denominazione di origine protetta «Irpinia — Colline dell’Ufita» interessa il
territorio amministrativo dei seguenti comuni situati nella provincia di Avellino, Regione Campania:
Ariano Irpino, Bonito, Carife, Casalbore, Castel Baronia, Castelfranci, Flumeri, Fontanarosa, Frigento,
Gesualdo, Greci, Grottaminarda, Lapio, Luogosano, Melito Irpino, Mirabella Eclano, Montaguto, Montecalvo
Irpino, Montefusco, Montemiletto, Paternopoli, Pietradefusi, San Nicola Baronia, San Sossio
Baronia, Sant’Angelo all’Esca, Savignano Irpino, Scampitella, Sturno, Taurasi, Torella dei Lombardi,
Torre le Nocelle, Trevico, Vallata, Vallesaccarda, Venticano, Villamaina, Villanova del Battista, Zungoli.
l’olio extravergine di oliva «Irpinia — Colline dell’Ufita» DOP è ottenuto dalle olive prodotte negli
oliveti composti, nell’ambito aziendale, dalle varietà: «Ravece », presente in misura non inferiore al
60 %, «Ogliarola», «Marinese», «Olivella», «Ruveia», «Vigna della Corte» da sole o congiuntamente in
misura non superiore al 40 %; eventualmente, «Leccino» e «Frantoio» in misura non superiore al 10 %.
Nella concimazione è ammesso l’utilizzo di fertilizzanti organici e/o di sintesi. Per la gestione del suolo,
si eseguono delle lavorazioni meccaniche superficiali che risultano utili anche per il controllo delle erbe
infestanti. E’ consentita la pratica dell’inerbimento. Gli oliveti normalmente sono condotti in asciutto,
tuttavia in annate particolarmente siccitose è ammessa l’irrigazione di soccorso. I trattamenti antiparassitari
devono essere eseguiti nel rispetto del disciplinare di lotta integrata emanati dalla regione
Campania. La raccolta deve essere effettuata a mano oppure con l’impiego di macchine, a condizione
che durante l’operazione sia evitata la permanenza delle drupe sul terreno. In ogni caso devono essere
utilizzate le reti o altri sistemi di captazione, mentre è vietata la raccolta delle olive cadute naturalmente
sul terreno e quella sulle reti permanenti. È’ vietato l’uso di prodotti chimici che provochino
o agevolino l’abscissione dei frutti (cascolanti).
Le caratteristiche aromatiche e gustative dell’olio extravergine di oliva «Irpinia Colline dell’Ufita» D.O.P
derivano principalmente dalla varietà «Ravece» che coltivata nell'areale di produzione acquista caratteristiche particolari che permettono di conferire al prodotto un gusto fruttato intenso, con un’armonica presenza della carica amara e piccante, la cui peculiarità è un chiaro aroma erbaceo con spiccate note di pomodoro verde e di carciofo. Le caratteristiche del territorio di riferimento, quali il microclima, il terreno, nonché dalle particolari tecniche di coltivazione e di produzione tramandate nei secoli dagli olivicoltori irpini concorrono infatti all’ottenimento di un olio extravergine
di oliva altamente riconoscibile.
''Irpinia — Colline dell’Ufita''